Realtà Virtuale e Realtà Aumentata sono spesso utilizzate per indicare la stessa cosa, ma – spoiler – non lo sono affatto.  

La confusione tra le due tecnologie è dovuta al fatto che da tempo rientrano entrambe negli stessi settori (industriale, medico, entertainment) ma svolgono ruoli molto diversi tra loro.

Realtà Virtuale: cos’è e a cosa serve

Realtà virtuale e realtà aumentata differenza

La realtà virtuale (Virtual Reality o VR) nasce negli Stati Uniti intorno alla fine degli anni ’60 e, secondo la definizione di wikipedia, con questo termine “si identificano vari modi di simulazione di situazioni reali mediante l’utilizzo di computer e l’ausilio di interfacce appositamente sviluppate“.

L’idea alla base, quindi, era ed è quella di poter ricreare, grazie a tecnologie informatiche e a interfacce sviluppate appositamente, una situazione il più realistica possibile.

Grazie a dispositivi e periferiche dotati di sensori come i visori – che possono essere dei semplici occhiali o dei veri e propri caschi virtuali – guanti che eliminano la necessità di avere tastiere o joystick in mano e auricolari per l’audio, gli utenti si immergono in una realtà interattiva completamente digitale.

In questo caso si parla di realtà virtuale immersiva, ossia l’individuo è totalmente isolato dall’ambiente esterno ed è assorbito da una realtà parallela: è tipico nell’entertainment e nel gaming.

Esiste però anche una realtà virtuale non immersiva, che consiste invece in un ambiente ricreato digitalmente in cui l’utente non fa uso di dispositivi VR ma si trova semplicemente davanti a un monitor che fa da finestra su un mondo tridimensionale, con cui interagisce tramite joystick.

Realtà Aumentata: che cos’è e a cosa serve

A differenza della realtà virtuale che crea un ambiente esclusivamente digitale, la realtà aumentata (AR o augmented realitysi basa sul mondo reale e lo completa con immagini virtuali che migliorano o aumentano, appunto, l’esperienza senza influire sulle possibilità di interazione.

L’ar augmented reality non è una realtà immersiva, quindi non ha bisogno di visori specifici ma può essere tranquillamente osservata da dispositivi dotati di videocamera –smartphone, tablet o smart glass – su cui è stato caricato un software di AR e da app realta aumentata.

Quando l’utente punta il dispositivo verso un oggetto e lo guarda, il software lo riconosce tramite una tecnologia di visione computerizzata, analizza il flusso delle immagini e poi scarica le informazioni dal cloud così da avere un’immagine 3D sovrapposta all’oggetto.

Quello che si vede, dunque, è in parte reale e in parte digitale, secondo il principio dell’overlay: la fotocamera legge l’oggetto nell’inquadratura, il sistema lo riconosce e attiva un nuovo livello di comunicazione che si va a sovrapporre e a integrare perfettamente alla realtà, potenziando la quantità di dati di dettaglio in relazione a quell’oggetto.

Realtà Virtuale e Aumentata: i migliori dispositivi business

In quanto distributore leader globale nel settore IT, Tech Data ha la possibilità di offrire ai propri partner e ai propri rivenditori i migliori dispositivi e le migliori applicazioni VR/AR per il business, tra cui Microsoft Hololens 2, Oculus for Business e Glass Enterprise Edition 2 di Google.

Microsoft Hololens 2

Hololens 2 è il dispositivo di realtà mista senza cavi di Microsoft che utilizza la tecnologia ar e facilita la collaborazione e il lavoro.

Il visore viene posizionato sopra gli occhiali di vista e il campo di visione fa visualizzare più ologrammi contemporaneamente – che si possono toccare e spostare con estrema naturalezza – e scoprire i più piccoli dettagli delle immagini 3D.

I comandi vocali funzionano anche negli ambienti industriali rumorosi grazie ai microfoni intelligenti e all’elaborazione vocale in linguaggio naturale.

Il sistema di regolazione tramite manopola, invece, fa sì che il visore sia confortevole e facilmente indossabile per periodi di tempo prolungati.

Oculus for Business

Oculus for Business porta la realtà virtuale nelle aziende per migliorare la collaborazione, la produttività, la formazione, l’apprendimento e la condivisione di esperienze in team.

Progettato per ambienti professionali ed esigenze aziendali e costruito sull’infrastruttura di Workplace by Facebook, include una forte sicurezza del data center e monitoraggio delle minacce 24/7.

Questa realtà virtuale per l’industria aderisce a rigorosi standard di sicurezza dei dati e offre potenti strumenti di gestione dell’account e controllo degli accessi per salvaguardare i tuoi dispositivi e software.

Glass Enterprise Edition 2

Glass Enterprise Edition 2 è il dispositivo e uno dei visori per realtà aumentata di Google, che aiuta le aziende a lavorare in modo più smart e veloce, migliorando la comunicazione in tempo reale.

Il visore dal profilo comodo e leggero è stato progettato per essere indossato tutto il giorno, mentre un’assistenza visiva e vocale garantisce una comunicazione a due vie, formazione just-in-time e risoluzione di problemi grazie alla funzionalità “vedi quello che vedo io.

Si può usare il software di realtà aumentata di Glass per accedere a liste di controllo, visualizzare istruzioni o inviare foto o video di ispezione, e le aziende che lo hanno adottato hanno riscontrato tempi di produzione più rapidiqualità migliorata e costi ridotti.

.

visita la pagina ufficiale dedicata alla realtà virtuale e alla realtà aumentata in tech data
Resta aggiornato su tutte le soluzioni VR/AR in Tech Data: visita la pagina ufficiale

Da non perdere

Comments are closed.