Wifi 6 cos’è e quali vantaggi offre, il caso Zyxel 

Una sigla, in parte conosciuta e in parte meno, sta iniziando ad affacciarsi nei prodotti che hanno a fare con la connettività: parliamo del Wi-Fi 6. Da vent’anni a questa parte, la tecnologia Wi-Fi gioca un ruolo importante sia nella vita personale che professionale, dai contenuti in streaming agli strumenti di lavoro da remoto e in mobilità

I punti di forza del Wifi 6 

Eppure, da allora, i passi in avanti in termini di velocità, affidabilità e sicurezza sono stati numerosi, grazie alla progressiva introduzione di nuovi protocolli standard di qualità superiore.  L’ultimo in ordine di tempo è per l’appunto il Wi-fi 6, inizialmente noto come 802.11ax, realizzato dalla Wi-fi Alliance (che mette insieme i principali produttori del mondo networking) per rispondere alle crescenti esigenze del mercato, quali ad esempio la vera e propria esplosione del “pesante” traffico video. In particolare, rispetto allo standard precedente (IEEE 802.11ac) il WiFi 6 è in grado di mettere sul piatto un incremento della velocità di connessione da 6,9 Gbps a 9,6 Gbps. Il merito è della nuova codifica 1024-QAM, che trasmette simultaneamente 10 bit contro gli 8 del precedente standard. Un’altra innovazione chiave del Wi-fi 6 sono le tecnologie OFDMA (Orthogonal Frequency-Division Multiple Access) MU-MiMo (Multiuser MiMo), che riescono a garantire alte performance anche in caso di picchi di traffico registrati da un singolo Access Point.

[Vuoi sapete WIFI 6 cos’è e come funziona? 

Scopri la gamma completa delle soluzioni ZyXel a questo indirizzo]

Un protocollo per l’innovazione

Più in generale il WiFi 6 è uno standard moderno, capace di affrontare le sfide attuali e quelle del prossimo futuro. Tra queste, la larghezza di banda, le applicazioni a bassa latenza e la presenza di ambienti altamente congestionati. L’aggiunta di protocolli di sicurezza avanzati e caratteristiche di efficienza energetica notevoli fanno infatti del Wi-Fi 6 una tecnologia chiave per soddisfare le applicazioni e le richieste in evoluzione delle reti WLAN odierne. Ad esempio rendendo possibile a qualsiasi utente la riproduzione in streaming di film 4K e 8K su un qualsiasi dispositivo, anche da mobile. Ma la mission del Wi-fi 6 va ben oltre la fornitura affidabile e veloce di dati, voce e video. Le organizzazioni, in particolare, possono utilizzare il Wi-Fi 6 anche per gestire applicazioni critiche: il riferimento è a quegli ambienti ad alta intensità di banda e con necessità di una bassa latenza, che sono però caratterizzati da un gran numero di dispositivi che eseguono applicazioni che richiedono vaste quantità di dati. Parliamo dunque di spazi pubblici come aeroporti, hotel e stadi in cui migliaia di persone possono avere la necessità di connettersi alla rete, ma anche di ambienti industriali ricchi di dispositivi IoT e di sensori connessi deputati alla generazione di dati in tempo reale.  Un aiuto notevole arriva dal raddoppio della banda rispetto al protocollo Ac (da 80 MHz a 160 MHz), che abilita un flusso molto più corposo di informazioni. In questo senso, più che come un semplice protocollo il Wi-Fi 6 può essere visto come una vera e propria piattaforma per l’innovazione, che consente alle organizzazioni di tutti i settori e dimensioni di affrontare molteplici usi, introdurre più dispositivi e inventare nuovi modi per rivoluzionare la casa, l’azienda e il mondo industriale. 

[Partecipa al prossimo evento streaming interamente dedicato alla rivoluzione del Wifi 6.

Ci vediamo live il 27 ottobre alle 9.30. 

Qui dettagli e registrazione]  

Wifi 6, Zyxel in campo

Il 2020 è stato l’anno in cui hanno iniziato a essere immessi sul mercato i primi dispositivi certificati Wi-fi 6 e un produttore come Zyxel non si è fatto certo trovare impreparato. Già da tempo è a disposizione una vera e propria famiglia di Access Point (AP) certificati per il WiFi6, che si sta progressivamente allargando di nuovi device. La gamma completa del portafoglio WiFi 6 AP di Zyxel, che da alcune settimane comprende anche i nuovi WAX610D, e NWA210AX, offre una vera tecnologia WiFi6 su entrambe le frequenze 2,4Ghz e 5Ghz, garantendo il pieno supporto dell’OFDMA. Ogni AP offre potenti prestazioni con un quad-core di livello enterprise grazie a una CPU Qualcomm A53, che garantisce una connessione wireless sempre fluida. Da rilevare che gli access point WI-Fi 6 di Zyxel sono gestibili utilizzando la piattaforma cloud Nebula, che garantisce agli utenti finali la necessaria flessibilità e, soprattutto, una elevata possibilità di monitoraggio e controllo del funzionamento delle reti. 

Comments are closed.