UPS cos’è e perché è una soluzione chiave per la continuità della Smart School. Una guida pratica, completa e preziosa in collaborazione con Eaton (qui la guida completa per sapere i Gruppi di continuità cosa sono).

Intanto dimentichiamo le lavagne, i gessi bianchi e le ripetute ore di lezioni frontali: anche il mondo dell’istruzione sta iniziando a sentire gli influssi della digitalizzazione, che ha già cambiato il volto di molti settori di business. Nelle aule di scuole e università si stanno facendo progressivamente largo computer, tablet, lavagne multimediali, supportati da connessioni Internet di crescente potenza. Le lezioni possono così essere organizzate sempre più a distanza, così come la comunicazione con le famiglie e altri soggetti è veicolata ai moderni strumenti di collaboration, mentre compiti, voti e materiale didattico diventano archiviabili e consultabili via cloud.

Stiamo assistendo, insomma, alla nascita della Smart School, che è destinata a cambiare in profondità il metodo di apprendimento delle attuali e future generazioni di studenti.

Spesso ci si dimentica, però che la Smart School, così come la Smart Home e lo Smart Manufacturing, non può prescindere dalla disponibilità, continua e sicura, di un bene che siamo abituati a dare per scontato: l’energia elettrica. Senza elettricità di colpo, tutti i moderni device alla base della scuola digitale diventano infatti inutilizzabili e, addirittura, possono correre il rischio di danni e malfunzionamenti in caso di sbalzi della tensione elettrica troppo repentini. Ecco perché, in un luogo che ormai può essere visto come una piccola centrale tecnologica come la scuola, diventa fondamentale garantire un’alimentazione di un certo livello, controllata e capace di sostenere il funzionamento delle infrastrutture informatiche.

UPS e Smart School scopri il ruolo chiave dei gruppi di continuità per la ripartenza della “nuova” scuola grazie a  questo webcast esclusivo 

smart school

Il ruolo degli UPS nelle Smart School

Questa esigenza non può che essere garantita che dagli UPS, i gruppi di continuità, che ormai da tempo sono utilizzati anche al di fuori dell’originario ambito industriale. Ovviamente, la scuola è un ambiente decisamente diverso dalle fabbriche o dai data center: le apparecchiature informatiche non hanno normalmente a disposizione delle sale separate o dedicate, dunque devono essere alloggiate in piccoli stanze ricavate a posteriori.

Questo comporta che gli UPS installati nelle scuole devono essere capaci di adattarsi alla situazione esistente, in particolare dal punto di vista delle dimensioni e della flessibilità necessaria. Un vendor storico del mondo UPS che ha raccolto questa sfida è senza dubbio Eaton (qui uno speciale Webcast per conoscere l’offerta di Eaton per la smart school), che può mettere in campo una serie di soluzioni pensate per rispondere alle esigenze di alimentazione elettrica di un ambiente particolare come la scuola.

In particolare, a queste esigenze rispondono gli UPS modulari, progettati per essere facili da implementare grazie a una struttura modulare flessibile che consente di soddisfare i requisiti specifici di ciascun sito, sia per la capacità di bypass che per la capacità dell’UPS. Il bypass statico Eaton viene fornito di fusibile di protezione da cortocircuiti integrato e contattore di isolamento contro i ritorni di tensione (backfeed protection), importanti componenti di sicurezza all’interno di un impianto elettrico.

La  connettività di rete come punto di forza

Un altro punto di forza del vendor è rappresentato dalla gamma completa di dispositivi di connettività di rete, che consente di monitorare e gestire in remoto le apparecchiature per la garanzia di qualità dell’alimentazione. Grazie a precisi report sui consumi energetici sulle prese d’uscita e alle letture su temperatura e umidità, i dispositivi di connettività Eaton offrono un controllo da remoto completo dell’ambiente IT, garantendo il rispetto delle performance ambientali e della continuità di esercizio.

Eaton è inoltre organizzata per supportare al meglio – e se necessario anche affiancare – i partner italiani che hanno deciso di scommettere sul fenomeno Smart School: grazie alle competenze acquisite nel corso degli anni di esperienza da Eaton diventa possibile definire la soluzione migliore per l’ambiente su cui si vuole intervenire.

 

 



Comments are closed.