Tastiera pc cosa è perchè non è un semplice accessorio e, soprattutto, a che cosa serve?

Prima di rispondere a questa domanda (dopo avere per altro analizzato a fondo il “fenomeno ” mouse”, qui tutti i dettagli) partiamo da una situazione che tutti quanti abbiamo vissuto, più o meno spesso: la classica arrabbiatura con il pc. Quante volte, infatti, ci siamo lamentati del fatto che il computer non risponda ai nostri comandi, non esegua le nostre istruzioni e così via. Eppure, presi dal nervosismo, non ci viene mai il pensiero di riflettere che esiste uno strumento senza cui la nostra comunicazione con il pc sarebbe sostanzialmente impossibile. Stiamo parlando per l’appunto della tastiera da Pc, che assolve innanzitutto al fondamentale compito di permettere l’immissione di caratteri testuali nei file e nei programmi ospitati dal computer (qui una guida su come scegliere la corretta tastiera pc a cura di Tech Data). Un’operazione che eseguiamo in maniera routinaria migliaia di volte ogni giorno ma che, dietro, nasconde una tecnologia non certo di poco conto. Ma come nasce la tastiera da Pc e come funziona? In questo caso è abbastanza semplice risalire all’antenato delle moderne keyboards: parliamo naturalmente delle macchine da scrivere che, attraverso tasti meccanici azionati dall’utilizzo delle mani, permettevano l’inserimento di caratteri su un foglio. 

tastiera pc, un elemento chiave ancora oggi per lo smart working

come funziona una tastiera pc

Sostanzialmente, qualcosa di simile succede anche con le moderne tastiere di Pc, soltanto che gli aspetti meccanici sono stati completamente sostituiti da input di natura digitale e informatica. Cerchiamo di capire più da vicino cosa succede quando utilizziamo una moderna tastiera: in parole molto semplici, il tasto che vediamo dall’esterno non è altro che un interruttore.

Quando perciò viene premuto, permette alla corrente di fluire verso un minuscolo microprocessore (chip) collocato all’interno della tastiera. Il chip è in grado di riconoscere quale interruttore si sia attivato; nel caso venga premuto più di un tasto contemporaneamente, il processore è in grado di verificare se quella combinazione specifica corrisponda a dei comandi predefiniti. Successivamente il processore trasmette queste informazioni in maniera istantanea al computer: nel recepimento è fondamentale il ruolo del sistema operativo, che deve essere in grado di rispondere in maniera rapidissima a questi input, interpretando i dati (ovvero il carattere o il comando) che arrivano dalla tastiera.  

Messa quindi in altri termini, la tastiera per pc non è altro che una serie di interruttori collegati a un microprocessore, che è a sua volta capace di monitorare lo stato di ogni interruttore e avviare una risposta specifica a un cambiamento in quello stato. 

tastiera pc vista dall’esterno

Guardiamo ora invece all’esterno delle tastiere, che sostanzialmente si caratterizzano per un involucro all’interno dei quali sono disposti una serie di tasti: la disposizione standard dei tasti alfabetici è nota come tastiera QWERTY, che deriva dalla disposizione dei cinque tasti in alto a sinistra delle tre file di tasti alfabetici. In una classica tastiera Windows, quella più utilizzata nel mondo, i tasti della tastiera possono essere suddivisi in diversi gruppi in base alla funzione:

Tasti di digitazione (alfanumerici): sono lettere, numeri, punteggiatura e simboli, già presenti su una macchina da scrivere tradizionale.

Tasti di controllo: si tratta di tasti che vengono usati da soli o insieme ad altri tasti per eseguire determinate operazioni.

Tra questi CTRL, ALT ed ESC.

Tasti funzione: i tasti funzione vengono usati per eseguire operazioni specifiche. Si tratta dei tasti F1, F2, F3 e così via fino a F12. La funzionalità di questi tasti varia da un programma all’altro.

Tasti di spostamento: questi tasti vengono usati per spostarsi all’interno di documenti o pagine Web e per modificare il testo. Includono i tasti di direzione, HOME, FINE, PGSU, PGGIÙ, CANC e INS.

Tastierino numerico: il tastierino numerico viene utilizzato per digitare i numeri, con un raggruppamento simile a una calcolatrice tradizionale.

Tastiera pc, il caso Microsoft

Ovviamente ormai esistono in commercio tantissime tastiere prodotte da svariati produttori, che nel tempo hanno aggiunto determinate funzionalità e alcune varianti. Molto utilizzate ormai sono le tastiere wireless e bluetooth, che permettono di fare a meno del tradizionale collegamento via cavo e che abilitano un impiego più “classico” dei dispositivi mobili. In particolare, esistono tastiere pensate specificatamente per l’utilizzo business e in mobilità, oppure per essere utilizzate nel mondo del gaming. I computer portatili, naturalmente, presentano tastiere per pc direttamente integrate con il resto del device e che, spesso, presentano una disposizione dei tasti leggermente diversa rispetto a una tastiera standard. In generale, negli ultimi anni, i produttori di fascia alta hanno prestato maggiore attenzione all’ergonomia del prodotto, così da facilitare il lavoro di ogni tipologia di utenti ed evitare così qualsiasi tipo di stress traumatico legato all’utilizzo assiduo. 

Particolarmente attento in questo senso c’è un produttore come Microsoft, che offre una serie di tastiere pensate appositamente per il benessere degli utilizzatori, oltre che per cura del design.

In particolare, Sculpt Ergonomic Desktop si basa su principi di ergonomia avanzata, con una tastiera suddivisa che consente ai polsi e agli avambracci di assumere una posizione rilassata, e un poggiapolsi imbottito che offre supporto ai polsi. La forma bombata della tastiera è concepita per ridurre e correggere la posizione prona del polso, spesso causa di dolore e limitazione dei movimenti. La linea naturale della disposizione dei tasti segue l’andamento curvo dei polpastrelli, per consentire una digitazione più naturale. L’inclinazione inversa della tastiera offre l’angolazione giusta per garantire una posizione neutra e non ricurva dei polsi. Inoltre, la forma del mouse è progettata per massimizzare il comfort per i polsi. E il pulsante Windows offre accesso immediato al menu Start di Windows.

Da non perdere




Comments are closed.