Abbiamo spesso rilevato come il mercato della security sia tra i più floridi, con margini di crescita costanti e molto interessanti. L’Osservatorio Information Security & Privacy, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, offre dati che spiegano bene il fenomeno:

Il mercato italiano del settore ha raggiunto nel 2017 un valore di 1,09 miliardi di Euro, in crescita rispetto al 2016 di circa 12 punti percentuali. Il volano di tanta progressione è stato certamente il GDPR (General Data Protection Regulation), che ha imposto alle aziende un importante lavoro di adeguamento alla nuova normativa europea di protezione e gestione dei dati personali. Tuttavia, l’aumento degli attacchi informatici a tutti i livelli – non solo aziendali, ma anche sul singolo pc – ha contribuito a far aumentare l’investimento in prodotti sempre più sicuri, capaci di bloccare le minacce alzando sempre più l’asticella della prevenzione.

Questo lavoro, profondamente innovativo, si è risolto in miglioramenti sia sul piano del software sia su quello dell’hardware. Lo racconta bene, in questo caso, il nuovo HP Elitebook 1040 x360 G5.

Sicuro anche quando “dorme”

Una delle caratteristiche del nuovo convertibile di HP è la presenza di Endpoint Security Controller, cioè il componente hardware che abilita Sure Start: si tratta del primo e unico self-healing BIOS del settore, che di fatto protegge il PC prima dell’attivazione del sistema operativo.

Il componente hardware è infatti isolato fisicamente e protetto con crittografia: da lì, Endpoint Security Controller monitora il sistema ed entra in funzione quando rileva un’anomalia.

Inoltre, Endpoint Security semplifica e velocizza il re-imaging, processo che può rivelarsi lungo e faticoso, foriero di perdita di produttività per l’IT manager. Il componente Hardware attiva Sure Recover, che consente un ripristino automatico delle immagini tramite la rete, velocizzando il processo e mettendolo in piena sicurezza.

Non c’è bisogno, in questo lavoro, di connessioni di rete, backup esterni o altro: Sure Recover salva una copia dell’immagine su Endpoint Security Controller, consentendo il ripristino veloce e da qualsiasi luogo. Anche un aereo.

Sure Start

Un computer per ogni situazione

La sua natura di convertibile lo rende un dispositivo adatto per lavorare, come abbiamo detto, in ogni luogo. Dopotutto, la tendenza a non stare più seduti a lungo alla scrivania per muoversi in diversi sedi (esterne o interne all’azienda) è sempre più estesa: dati forniti da HP dicono che ormai è abitudine del 62% della forza lavoro.

Elitebook 1040 x360 G5 è più adatto di altri allo scopo per il lavoro che l’azienda ha svolto sul display. Anzitutto, la diagonale da 14” è incastonata in uno telaio da 13”, con una riduzione del 10% dell’ingombro e la pressoché integrale scomparsa dei bordi. E poi, l’uso del vetro acidato risolve ogni problema di riflesso: quel materiale non solo rimuove gli abbagli causati dalla luce sul display, ma è particolarmente resistente all’uso della penna rispetto ad altri metodi antiriflesso.

I sensori di luce ambientale, infine, regolano la luminosità per ottenere il miglior grado di visibilità indipendentemente dalla condizione della luce.