Imparare a sfruttare le potenzialità del web è fondamentale già da bambini, ma è altrettanto importante conoscere tutti i rischi e i pericoli nascosti online. Grazie al progetto Midori Motorsport, realizzato da Kaspersky e portato nelle scuole dalla piattaforma Educazione Digitale, i bambini saranno educati sulla sicurezza online già dalla scuola primaria. 

Cosa significa sicurezza online per i bambini 

I bambini sono più digitalizzati degli adulti, imparano a utilizzare qualsiasi tipo di device ancor prima di imparare a scrivere e sono abituati ad averli sempre con sé fin da piccolissimi. 

Le loro grandi capacità pratiche ci fanno però scordare un dettaglio fondamentale, ovvero che, proprio perché sono ancora dei bambini, non hanno gli strumenti necessari per difendersi dai pericoli presenti online

Da cosa deve difendersi un bambino online? I rischi sono molteplici e li ha analizzati tutti nel suo report Kaspersky, la società che da più di 20 anni si occupa di sicurezza online

Cosa è emerso dal report di Kaspersky 

Secondo i genitori, il tempo trascorso online dai propri figli (escluso il tempo dedicato alle attività scolastiche) è in media di 6,40 ore. Questo ha portato un quarto dei bambini (circa il 26%) alla dipendenza da Internet. I rischi di questa dipendenza sono l’isolamento emotivo e sociale, la depressione e la privazione del sonno. 

6 famiglie su 10 (60%) hanno subito o hanno visto direttamente un incidente che ha minacciato la loro sicurezza su internet. La minaccia più comune per i bambini è la visione di contenuti dannosi. 

Secondo il report infatti, più di un quarto dei bambini (27%) ha visto online contenuti sessuali, violenti o inappropriati e il 14% dei genitori afferma che i propri figli hanno ricevuto messaggi anonimi o sono stati esposti a contenuti che incoraggiavano a compiere azioni violente. 

Il ruolo dei genitori secondo il report 

L’81% dei genitori concorda di avere almeno una responsabilità parziale nell’insegnare ai bambini la sicurezza in Internet e il 50% di loro controlla manualmente i dispositivi dei bambini dopo l’uso, ad esempio guardando la cronologia di navigazione. 

Tuttavia, la maggior parte (58%) dei genitori ha trascorso meno di 30 minuti a parlare con i propri figli dei pericoli di Internet durante l’infanzia dei propri figli. 

Per approfondire potete trovare il report completo qui

L’impegno di Kaspersky per la sicurezza online della scuola e delle nuove generazioni 

Per supportare i genitori e risolvere i problemi dovuti alla mancanza di sicurezza online per bambini e ragazzi Kaspersky ha lanciato il progetto Midori Motorsport, promosso nelle scuole grazie alla piattaforma Educazione Digitale che offre agli insegnanti contenuti e strumenti da utilizzare in classe

Midori Motorsport è dedicato ai bambini dai 5 ai 10 anni e nasce per insegnare cosa fare e offrire tutti gli strumenti per la sicurezza online di bambini e ragazzi. Ad ogni insegnante che decide di aderire al progetto verranno forniti materiali didattici in italiano e in inglese, funzionali anche a lezioni con metodologia CLIL, e tutti gli strumenti per trasmettere agli alunni concetti pratici per la sicurezza su internet, come giochi e laboratori. 

Insieme al materiale sarà disponibile il libro illustrato “Midori Kuma e la gara davvero speciale” scritto da Alessia Cruciani e illustrato da Gianfranco Florio. Il libro offre ulteriori spunti per far capire ai bambini l’importanza di navigare in sicurezza seguendo delle regole di comportamento ben precise. 

Come aderire al progetto Midori Motorsport 

Gli insegnanti che vogliono partecipare al progetto con le proprie classi possono iscriversi sul portale https://www.educazionedigitale.it/digitalsecurity/ 

Da non perdere

Comments are closed.