Uno dei più grandi problemi che gli insegnanti e gli studenti hanno riscontrato in queste settimane di didattica a distanza è stato la mancanza di tecnologia necessaria per farla in modo efficace, sia in termini di connessione che in termini di prodotti e accessori.

Un’indagine ISTAT mostra come il Digital Divide, ovvero la disparità tra chi ha ad accesso a Internet e all’apparecchiatura tecnologica come PC e Tablet e chi no, stia aumentando sempre più.

Fonte ISTAT

Solo il 33,8% delle famiglie italiane (una su tre) possiede almeno un computer per ciascun componente, ma in Meridione 4 famiglie su 10 sono senza PC in casa.

Quindi come risolvere questo gap per far fronte almeno alla Fase 2, che prevede ancora la totale didattica a distanza e poi alla successiva Fase 3, che molto probabilmente prevederà un’alternanza tra lezioni in classe e lezioni online?

Piano Scuola: oltre 400 milioni per garantire banda ultralarga alle scuole italiane

400.430.897 euro per portare la banda ultralarga in 32.213 scuole (circa l’81,4% di tutte le istituzioni scolastiche italiane) e per coprire i costi di connettività per 5 anni.

Ecco che cos’è il Piano Scuola appena approvato dal Governo Conte II.

L’approvazione del Piano rappresenta un’importante accelerazione. Abbiamo aumentato gli investimenti previsti portandoli dagli iniziali 200 milioni a oltre 400. Li abbiamo raddoppiati. Con i fondi aggiuntivi delle Regioni e altre economie di spesa puntiamo a raggiungere progressivamente il 100% degli edifici scolastici. […] Ringrazio poi le Regioni che gestiranno queste risorse e lavoreranno con noi per attuare il Piano. Vogliamo digitalizzare la scuola e farlo in fretta.

Così commenta il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Quindi l’obiettivo del Piano Scuola è potenziare rapidamente la connessione Internet nelle scuole grazie alla banda ultralarga e consentire così alla maggior parte degli studenti italiani di navigare con una connessione veloce pari a 1 Gigabit con 100 Mbits di banda garantita.

Ma non è tutto.

Il bonus di 500 euro per l’acquisto di Computer e Tablet

Il Piano Scuola prevede anche l’invio di voucher alle famiglie italiane che, in base all’Isee, potranno ottenere fino a 500 euro di fondi per acquistare PC, Tablet e avere una connessione a Internet adeguata.

I bonus per le famiglie saranno di due tipologie

  1. Un contributo massimo di 200 euro (senza limiti di reddito) per consentire il passaggio da linee con velocità inferiori ai 30 Mbit/s a velocità superiori
  2. Un contributo straordinario una tantum, pari all’80% delle spese sostenute, fino ad un massimo di euro 500,00 per l’acquisto della strumentazione tecnologica necessaria alla didattica on line (pc fisso o portatile o tablet con microfono e fotocamera), destinato a ogni nucleo familiare con figli da 6 a 16 anni compresi.

Una misura simile è stata presa anche nel “Pacchetto Famiglia”, un’iniziativa che la Regione Lombardia ha deciso di prendere al fine di concedere contributi straordinari per l’acquisto di strumentazione didattica per l’e-learning (apprendimento a distanza), così da sostenere le famiglie che si trovano in condizioni di temporanea difficoltà.

Vuoi saperne di più? Visita “La nuova Scuola” di Tech Data Italia!
Non sei ancora nostro cliente? Registrati qui!



Comments are closed.