Di quanto sia utile e funzionale, al giorno d’oggi, investire in un monitor con tecnologia USB-C, ne abbiamo già parlato.

Per questo Philips ha lanciato sul mercato il monitor LCD 243B1JH, così da garantire agli utenti una soluzione docking per laptop al passo con i tempi.

Standard USB-C

Il display 243B1JH di Philips ha una docking station USB di tipo C integrata che offre 100W di potenza.

Avere un connettore USB-C sottile e reversibile fa sì che la docking si possa connettere facilmente con un unico cavo allo schermo, alla tastiera, al mouse e al cavo Ethernet RJ-45, con la possibilità inoltre di trasferire dati a una velocità altissima e guardare video ad alta risoluzione.

Inoltre, la tecnologia DisplayLink integrata consente agli utenti di usufruire della compatibilità con versioni USB precedenti con i notebook più recenti e l’uscita DisplayPort permette di collegare più schermi ad alta risoluzione con un solo cavo dal display principale al computer.

In più, grazie alla gestione flessibile e intelligente dell’alimentazione, si può ricaricare e alimentare il proprio laptop con estrema facilità.

Tecnologia IPS

Philips

L’IPS (In-Plane Switching) corrisponde a uno specifico modello di schermo e una tecnologia di visione.

Un display IPS, infatti, è un tipo di LCD TFT (Thin Film Transistor), o LCD “a matrice attiva”, che usa la tecnologia a transistor a film sottile per migliorare le qualità dell’immagine soprattutto in termini di indirizzabilità e contrasto.

I due tipi più comuni di LCD TFT sono gli schermi IPS e TN: i monitor IPS usano una tecnologia avanzata che offre un angolo visuale estremamente ampio di 178/178 gradi, rendendo possibile la visualizzazione da qualsiasi angolazione, anche in modalità di rotazione di 90°.

A differenza dei pannelli TN standard, inoltre, garantiscono immagini nitide e dai colori naturali, così da renderli ideali non solo per foto, film e navigazione in rete, ma anche per tutte le applicazioni professionali che richiedono colori accurati e costante luminosità.

Philips LowBlue Mode

Tutti i display LCD di tipo LED hanno delle lampade LED che retroilluminano lo schermo: queste lampade sono caratterizzate da una forte componente di blu e di frequenze vicine all’ultravioletto che possono danneggiare gli occhi e la vista.

Per questo Philips ha integrato nel monitor 243B1JH le impostazioni LowBlue Mode, le quali si basano su una tecnologia software intelligente che riduce i raggi dannosi della luce blu.

WebCam pop-up con Windows Hello

La webcam pop-up di Philips consente un’autenticazione sicura in quanto compare solo quando è necessario – videoconferenze, meeting e chiamate su Zoom o Teams – e si riposiziona all’interno del monitor quando non è in uso.

È inoltre dotata di sensori avanzati per il riconoscimento facciale tramite Windows Hello™, che permette di autenticarsi ai propri dispositivi Windows in meno di 2 secondi e 3 volte più veloce rispetto all’inserimento di una password.

Philips PowerSensor e LightSensor

PowerSensor è un sensore integrato che rileva la presenza delle persone, ovvero trasmette e riceve segnali infrarossi non nocivi per determinare l’eventuale presenza di un utente.

Se l’utente si allontana dalla scrivania il sensore riduce automaticamente la luminosità dello schermo, riducendo i costi energetici fino all’80% e prolungando la durata di utilizzo del dispositivo.

LightSensor, invece, utilizza un sensore intelligente per regolare la luminosità dell’immagine a seconda della luce presente nella stanza, così da garantire un’immagine nitida con un minor consumo di energia.

Da non perdere

Comments are closed.