Il 20 marzo a Milano ci sarà l’evento di lancio del nostro Tech Lab IBM, primo e unico centro di competenza permanente per lo sviluppo del business basato su soluzioni di Intelligenza Artificiale (AI) a disposizione dei Business Partner italiani e dei loro clienti, dotato delle tecnologie più avanzate di IBM Power AI e le soluzioni IBM Watson.

Lo spazio del Tech Lab sarà messo a disposizione dei rivenditori Tech Data per workshop su appuntamento, one to one e demo clienti, incontri hands-on formativi di gruppo, corsi sia tecnici che commerciali, e tanto altro ancora.

All’evento ne parleremo, presenteremo il modello ed i contenuti, ci confronteremo con l’intera filiera ICT e ragioneremo su come massimizzare l’efficacia dell’iniziativa, ma ritengo importante sottolineare alcuni aspetti che – nel vivere un evento tra i tanti che il mercato ci offre – possono sembrare scontati:

  1. L’Intelligenza Artificiale è un game changer per tutta la catena del valore ICT. Non vi sono dubbi, se noi ed i nostri clienti riusciamo a posizionarci con soluzioni differenzianti e competenze specifiche, acquisiamo un vantaggio competitivo di medio periodo. Questo significa che i servizi e le soluzioni cambieranno, impareranno, prevederanno e miglioreranno il processo che gestiscono sulla base della conoscenza e dell’esperienza… con o senza di noi.
  2. Una soluzione di Intelligenza Artificiale non la prescrive il dottore, è il frutto di un caso d’uso adattato ad una realtà specifica. Non è un prodotto hardware o software che mi porta questo o quel vendor, non è un servizio standard, ma è il frutto della condivisione di una specifica proposta di miglioria di processo e dell’evoluzione di questa proposta fino a rispondere alle caratteristiche ed alle esigenze del cliente. Se non ho esperienza specifica parto in netto ritardo, se – per cultura aziendale o approccio italico – non ragiono in maniera obiettiva su cosa posso fare con le mie risorse e per quali competenze devo costruire collaborazioni con aziende esterne rischio di non arrivare per tempo al vantaggio competitivo che l’Intelligenza Artificiale mi può portare. Dobbiamo partire da un caso d’uso ed adattare e testare, adattare e testare, adattare e testare … Avere un caso d’uso chiaro strutturato di partenza è fondamentale, partire da zero ci porta al rischio di un eterno workshop.
  3. Fare tesoro dell’esperienza già presente sul mercato in ambito di Intelligenza Artificiale è fondamentale. Avere una libreria di casi d’uso può essere un vantaggio importante, più grande è questa libreria e meglio posso capire quale sia la giusta soluzione per le esigenze specifiche del mio cliente. Se cerco le soluzioni su un territorio piccolo, avrò un’esperienza piccola; più allargo il mio ecosistema, maggiori proposte potrò valutare per capire dove posso trarre reale valore. Tech Data è il primo partner in assoluto di IBM in Europa e nessuno può vantare un ecosistema come il nostro. Ad oggi l’Italia è il secondo paese nel quale parte l’iniziativa sull’Intelligenza Artificiale e stiamo già mettendo a fattor comune con la Germania i casi d’uso, le risorse e le competenze. Dopo di noi altri contributi internazionali arriveranno e più ampie saranno le opportunità per i Partner italiani di avviare partnership su questi temi.

Tutto questo significa che noi – l’organizzazione italiana di un distributore multinazionale con il proprio ecosistema locale – possiamo investire in macchine, infrastrutture, competenze e persone per metterle a disposizione dei nostri clienti, ma il successo di questa iniziativa non è solo nelle mani di Tech Data Italia.

Il nostro Tech Lab IBM funzionerà nel momento in cui i nostri clienti – siano essi rivenditori a valore, Indipendent Software Vendors o Solution Providers – decideranno che la loro soluzione di Intelligenza Artificale possa essere portata a trasformare il business di clienti diversi grazie alla forza ed alla competenza di altri attori operanti sul mercato, che non saranno competitor, ma partner con i quali collaborare per rendere ancora più forti le proprie competenze distintive.

Il nostro Tech Lab IBM funzionerà nel momento in cui i Sistem Integrators del nostro ecosistema si siederanno con noi per comprendere meglio quali possano essere gli use cases AI in grado di portare ai propri clienti – una volta adattati – un vantaggio competitivo. Funzionerà nel momento in cui in team con Tech Data ed i suoi ISVs, i System Integrators ed i loro clienti – nel nostro laboratorio – metteranno mano al caso d’uso per appropriarsene e farlo diventare realtà e scalare nel mondo Enterprise.

Il nostro Tech Lab IBM funzionerà nel momento in cui tutti noi decideremo di investire in risorse nuove, giovani e diverse da quelle tradizionali e le faremo studiare e crescere toccando con mano le nuove soluzioni in un ambiente condiviso per formare competenze innovative ed inserire l’AI nel nostro quotidiano.

Noi di Tech Data ci crediamo e facciamo il primo passo investendo; ora tocca a tutta la filiera cogliere l’opportunità che l’Intelligenza Artificiale ci porta. L’evento del 20 marzo a Milano al quale è possibile registrarsi al link che segue (https://lnkd.in/dSWMyKe) è riservato a Rivenditori, System Integrators, Solution Providers, ISVs e Business Partners, mentre per i clienti finali siamo a disposizione per impostare insieme il percorso all’indirizzo e-mail ibm@techdata.it

Ci vediamo al nostro Tech Lab IBM!!!!