Con il lavoro da remoto e la didattica a distanza ci siamo resi ancora più conto di una cosa: senza energia elettrica, non andiamo da nessuna parte.

Basta un piccolo blackout che ci costringe a stare senza connessione per pochi minuti e l’ansia di non poter più lavorare o studiare prende il sopravvento.

Ecco perché le aziende e le scuole devono creare partnership di valore e investire in soluzioni capaci di garantire energia elettrica sempre e in ogni circostanza, anche quella più critica. Ma di questo ne parliamo più avanti.

Eaton ad esempio, fin dalla sua fondazione, si pone come obiettivo quello di migliorare la vita delle persone e l’ambiente in cui vivono con tecnologie per la gestione dell’energia più affidabili, efficienti, sicure e sostenibili.

In particolare, con i suoi UPS (Uninterruptible Power Supply) – conosciuti anche come Gruppi di Continuità – Eaton consente di avere disponibilità di energia elettrica di qualità 24 ore su 24.

UPS: perché sono importanti

Sappiamo bene che la rete è per natura instabile: ci possono essere variazioni di frequenza, sovra o sottotensioni e interruzioni di energia veri e propri (i blackout di cui parlavamo prima).

Queste criticità possono influire molto negativamente sulla produttività aziendale e sui dispositivi ICT che, se esposti continuamente ai disturbi dell’alimentazione elettrica, possono subire danni anche permanenti.

Gli UPS si inseriscono in questo scenario come soluzione ideale, in quanto forniscono un’alimentazione elettrica continua a qualità elevata, indipendentemente dalle condizioni della rete.

Quali sono i vantaggi di investire in UPS?

Semplice: non avere più problemi di alimentazione elettrica. Ma non è solo questo, perché qui entra in gioco anche la partnership di valore di cui abbiamo parlato poco sopra.

Diventare partner di Eaton, ad esempio, significa non solo garantire elettricità continua ad alta qualità alla propria azienda e agli utenti finali, ma anche entrare in un segmento di mercato destinato a non conoscere alcuna possibilità di crisi.

Le imprese o le scuole, infatti, avranno sempre bisogno di contare su una energia elettrica affidabile, soprattutto al giorno d’oggi che la connessione è essenziale e deve essere protetta in ogni modo.  

Eaton Partner Program: che cos’è e quali sono i vantaggi

Essere partner di Eaton non vuol dire avere solo un vantaggio economico sui prodotti. Il Power Advantage Partner Program è stato costruito per offrire un aiuto concreto alla crescita del proprio business.

Come? Garantendo transazioni affidabili e veloci, ma soprattutto supportando i clienti a trovare la soluzione ideale sulla base delle loro esigenze.

Entrando nello specifico, il programma Power Advantage (puoi registrarti qui) mette a disposizione dei partner, oltre a promozioni esclusive, una serie di contenuti per la generazione di lead, risorse marketing di co-brand e un supporto alle vendite tramite il Demand Center on line.

Oltre alle promozioni c’è di più: Eaton Toy Force

La formazione e l’acquisizione di competenze stanno diventando sempre più importanti in un mercato ultra competitivo e specialistico come quello dell’IT.

Per questo Eaton prevede di offrire ai suoi partner una gamma completa di corsi e moduli su soluzioni che aiutano il canale a massimizzare le conoscenze, a migliorare il servizio clienti e a incrementare il potenziale di vendita (es. come vendere con successo gli UPS, Power Management per le PMI e molto altro).

Eaton Toy Force quindi – il programma in cui rientrano i corsi di formazione appena citati – grazie alla sua interfaccia giocosa e ai suoi 6 personaggi (Bigs, Dino, Hans, Buster, Doc e Jaws: li potete conoscere qui) aiuta i Partner a migliorare le opportunità di vendita.

Ogni personaggio è dedicato a un argomento specifico (Infrastruttura IT, soluzioni per Data Center, etc.) su cui gli esperti di Eaton forniscono le informazioni di cui si ha bisogno e offrono soluzioni e tecnologie capaci di migliorare l’infrastruttura e l’alimentazione elettrica della propria azienda.

.

Tech Data è partner di Eaton: scopri di più.

Da non perdere




Comments are closed.