Risparmiare i costi e massimizzare l’efficienza aziendale è l’obiettivo attuale delle PMI. Grazie alle soluzioni software Open Source è possibile raggiungere questi obiettivi mantenendo intatte la competitività e l’efficienza produttiva. Ecco tutti i vantaggi dell’Open Source per le PMI. 

Per le PMI l’Open Source può rivelarsi oggi una grandissima opportunità. L’interesse verso queste soluzioni sta crescendo a dismisura nelle intenzioni delle Piccole Medie Imprese, soprattutto dopo lo scenario quasi apocalittico post-Covid. Riduzione dei costi, possibilità di accedere comunque a efficaci soluzioni IT e competitività sono le motivazioni principali che spingono le imprese verso l’Open Source, ma i vantaggi di questa scelta non si fermano certo qui. Proviamo ad analizzarli esaustivamente in questo articolo. 

Cloud Manufacturing: la necessità di esternalizzare i processi IT 

Prima ancora dell’Open Source le aziende hanno manifestato un forte interesse verso l’esternalizzazione di importanti processi aziendali, riguardanti sia la gestione di infrastrutture che i software. I motivi? Senza dubbio l’esigenza di conferire più agilità e flessibilità all’intero processo aziendale. Affidando a partner esterni importanti attività come gestione di server, networking e storage si alleggeriscono i processi interni e si assicurano maggiori professionalità e scalabilità. Questo processo è chiamato Cloud Manufacturing, ovvero la necessità sempre più diffusa (soprattutto nel settore manifatturiero) di affidarsi a sistemi cloud di gestione dei processi aziendali anziché a software interni, più costosi e macchinosi. 

Le soluzioni open source: perché sono importanti 

L’accesso alle tecnologie IT è senza dubbio un enorme vantaggio per le PMI. Grazie a queste soluzioni possono mantenere alta la loro competitività e ottimizzare i processi aziendali. Il grosso problema è però legato ai costi. I software tradizionali per ECM, ERP e CRM sono spesso troppo onerosi per un’azienda di piccole-medie dimensioni. Richiedono licenze dispendiose, manutenzione annuale e professionalizzazione specifica del personale all’interno dell’azienda. Per tal motivo l’interesse verso le soluzioni Open Source è sempre maggiore, che si tratti di storage, programmi gestionali o funzioni di backup. Questa scelta consente di risparmiare sui costi e allo stesso tempo di ottenere un servizio di alto livello: sicuro, professionale e flessibile. 

I vantaggi dell’Open Source 

Sono molteplici i vantaggi che le PMI possono ottenere dall’Open Source, vediamoli nel dettaglio: 

  • Flessibilità: oggi il mondo della produzione si sta spostando dal prodotto al cliente, ossia alla customizzazione e alla creazione di prodotti basati sulle esigenze specifiche del committente. Ciò significa una richiesta sempre maggiore di flessibilità, eventualità garantita dai programmi Open Source, diversamente dai programmi proprietari, molto più difficili da modificare a livello di software. 
  • Costi ridotti e libertà: le soluzioni Open Source non richiedono il pagamento di licenze annuali, solitamente molto onerose. Si tratta di software aperti e liberi, che si svincolano dal rapporto univoco con un unico produttore. 
  • Adattabilità alle PMI: le PMI non hanno esigenze enterprise per i loro software; al contrario preferiscono programmi semplici e dotati delle funzionalità principali. Le soluzioni Open Source sono perfette per chi manifesta questa necessità: semplicità e praticità. 
  • Gestione semplice: l’installazione e la gestione di programmi Open Source è semplice e intuitiva. Allo stesso tempo grazie alle community online è possibile ottenere facilmente assistenza qualificata in caso di malfunzionamenti. Altro elemento da sottolineare è la capacità di questi programmi di integrarsi con l’ecosistema informatico dell’azienda, caratteristica che invece le soluzioni proprietarie non sempre garantiscono. 

Open Source: la scelta giusta per il futuro delle PMI 

A fronte di queste considerazioni è innegabile sottolineare come la soluzione Open Source sia la direzione che le PMI prenderanno nel futuro prossimo per mantenere elevati i livelli di produttività e competitività. Per ottenere risultati soddisfacenti sarà necessario anche ripensare la struttura interna, inserendo e professionalizzando risorse per la gestione delle tecnologie IT. Ma sicuramente si tratta di un investimento ben più oculato rispetto all’acquisizione di costosi programmi da internalizzare. 

Da non perdere

Comments are closed.