Stefano Nordio, Vice President Area Manager UKI & Southern Europe di D-Link, ce lo aveva detto un anno fa, quando lo abbiamo intervistato a proposito di IoT: la Connected Home è centrale nello sviluppo del settore. E aveva promesso un 2017 in cui l’azienda avrebbe migliorato il proprio già ampio parco prodotti. «Ad affiancare i nuovi sensori vi saranno le versioni rivisitate – e migliorate – dei sensori già presenti sul mercato; impariamo dalla nostra esperienza e andiamo incontro ai reali bisogni e aspettative dei nostri consumatori», aveva detto, aggiungendo: «La gamma di videocamere di sorveglianza vedrà un ampliamento particolare, con l’introduzione di nuovi modelli per interni ed esterni che renderanno ancora più interessante il nostro portafoglio di videosorveglianza cloud, già unico nel suo genere».

È in questo solco che l’azienda presenta ora la nuova app mydilink™, con una serie di nuove funzioni che consentono un ancora maggior controllo della domotica da remoto, sia per la propria abitazione sia per negozi ed esercizi commerciali.

La filosofia di base
D-Link ha voluto rendere la nuova app intuitiva e semplice, favorendo la gestione di telecamere IP, prese smart e sensori da un solo ambiente, con il proprio smartphone o tablet. Inoltre, il maggior grado di compatibilità con ecosistemi quali Google Assistant, Alexa e IFTTT, fa sì che mydlink™ consenta ai dispositivi di comunicare tra loro.

Le nuove funzioni
L’opzione One-Tap permette di eseguire azioni su tutti i dispositivi installati con un «tap»: Fuori Sede, Home, Ora di dormire e altre modalità (anche personalizzate) si attivano e si disattivano (anche tutte insieme) con un semplice tocco sullo schermo. I dispositivi installati, inoltre, possono essere pianificati in modo da interagire fra di loro: per esempio, se la telecamera rileva la presenza di una persona, si attiva in automatico la smart plug.
Con l’accesso multi-utente più persone possono usare lo stesso account con profili diversi, e un’interfaccia traccia tutti gli accessi. Il Cloud Recording, poi, costituisce una novità davvero importante, poiché dà la possibilità di registrare le immagini di sorveglianza non solo su scheda MicroSD, ma anche su cloud remoto (a pagamento). Questa opsione salva tutti i filmati della fotocamera nel cloud per visionarli poi dove e quando lo si desideri, con un sistema di ricerca di una clip specifica basato su filtri (Tipo di evento, Data, Dispositivo e Luogo).

Una casa sempre più confortevole
La nuova app ha dunque l’obiettivo di migliorare la vivibilità del proprio ambiente a partire già dal risveglio, attivando per esempio la macchina del caffè in concomitanza con il suono della sveglia. Non da ultimo, c’è l’aspetto del risparmio, poiché mydlink™ contribuisce a ottimizzare i consumi energetici, monitorando gli elettrodomestici, inviando avvisi automatizzati sul dispositivo mobile e disattivando automaticamente i dispositivi che superino i limiti stabiliti.

Un dettaglio importante
La nuova app mydlink™ si affianca, senza sostituirla, alla tradizionale mydlink Lite. Di base è utilizzabile con tutte le videocamere della gamma; tuttavia, per beneficiare delle nuove funzionalità della nuova app (per esempio il Cloud Recording, la creazione di regole o le funzioni One-Tap) è necessario disporre di prodotti compatibili con la nuova piattaforma. Le telecamere che allo stato attuale possono godere dei benefici della nuova mydilink™ nella sua totalità sono due: DCS-8000LH e DCS-8100LH. A brevissimo termine, D-Link lancerà sul mercato una smart plug e una power strip (ciabatta smart).

Autore

Comments are closed.