Che cos’è esattamente il mouse e perché è così importante per la nostra operatività? Facciamo una premessa: anche in questo momento, se state utilizzando un Pc fisso o laptop, avete tra le mani un qualche tipo di “topolino” digitali. Ma che cosa è esattamente? E soprattutto perché non è un semplice accessorio, soprattutto al tempo dello smart working di massa (qui una quida completa che Tech Data ha sviluppato per raccontare il valore degli accessori per i lavoratori da remoto, e non solo)?

Ovviamente esistono diverse tipologie, ma che hanno qualcosa in comune: in tutti i casi si tratta di dispositivi hardware che vengono utilizzati per manipolare oggetti e file di varia natura presenti sullo schermo di un computer. Il movimento effettuato da questi dispositivi invia istruzioni al computer, permettendo di interagire con tutti gli elementi software visibili nell’interfaccia grafica. Più precisamente, quando la palla o il lettore ottico vengono spostati su una superficie liscia in qualsiasi direzione, si attiva un sensore che invia impulsi al computer, permettendo così il conseguente riposizionamento del cursore (detto anche puntatore) sullo schermo. 

Come è fatto un “topolino digitale”

Tutti quanti abbiamo presente come sia fatto un mouse: si tratta di un dispositivo costituito da un involucro di metallo o plastica, all’interno del quale sono contenute una sfera o un lettore ottico (o laser negli esemplari più moderni) che hanno il compito di trasformare il movimento del mouse in impulsi recepibili dal computer. I mouse ottici hanno diversi vantaggi rispetto ai mouse meccanici track-ball, con la classica palla sul fondo: in particolare, l’assenza di parti in movimento si traduce in una minore usura e in minori possibilità di guasto. Inoltre, non è possibile che lo sporco penetri nel mouse e interferisca con i sensori di rilevamento. Più in generale, i mouse ottici – caratterizzati dalla classica luce rossa che rivela la presenza dei Led – sono in grado di assicurare una maggiore risoluzione di tracciamento, che garantisce una risposta più fluida del puntatore sul computer. Il mouse è poi completato da uno o più pulsanti, utili soprattutto per l’apertura di documenti e le operazioni di drag & drop e da un’ulteriore rotella sulla parte superiore che permette di scorrere velocemente pagine web e fogli di calcolo. 

Le diverse tipologie di device

Ovviamente, a quasi quarant’anni dal loro debutto in commercio, i mouse per computer sono disponibili in molte forme e dimensioni e sono progettati per adattarsi sia alla mano sinistra che alla mano destra. Ci sono anche mouse che sono pensati per usi speciali, come quelli da viaggio, che normalmente sono più piccoli di quelli tradizionali. Un’altra tipologia, molto diversa da quelli tradizionali, è rappresentata dai mouse ergonomici, che presentano un design di nuova concezione appositamente concepito per prevenire l’affaticamento della mano. Più di recente si sono affermati mouse progettati appositamente per il mondo del gaming, così da garantire una maggiore velocità e fluidità di movimenti alla sempre più nutrita schiera dei videogiocatori. Molti mouse desktop dispongono anche di pulsanti che possono essere programmati per eseguire qualsiasi funzione. Ad esempio, certi esemplari hanno due pulsanti laterali: quello più vicino al palmo può essere programmato per tornare alla pagina Web visualizzata in precedenza in un browser. 

I vantaggi

Il principale vantaggio derivante dall’uso del mouse è quello di non dover memorizzare tutti i diversi comandi della tastiera che permetterebbero di aprire una directory e visualizzarne i file, fattore che ovviamente ridurrebbe di molto l’usabilità complessiva dei computer, che rimarrebbero dominio dei super appassionati. Non a caso, l’avvento del mouse è più o meno contemporaneo alla prima grande diffusione dei computer domestici: la prima applicazione concreta e diffusa del mouse è stata integrata nel celebre computer Apple Lisa ed è oggi disponibile praticamente per tutti i modelli in commercio. Oggi, la maggior parte dei mouse si connette ai computer tramite una porta USB, a cui deve essere fisicamente collegato. I modelli più evoluti possono invece essere connessi alla rete via Bluetooth, wireless o infrarossi, evitando così l’accumulo e l’aggroviglio di cavi nelle scrivanie degli utenti. D’altra parte, però, i mouse wireless hanno bisogno di una batteria per il proprio funzionamento, mentre invece i mouse cablati si alimentano direttamente sfruttando l’elettricità del pc. 

Il mouse nei dispositivi mobili

Da notare, naturalmente, che i computer portatili sono da tempo equipaggiati con il touchpad, che consente di effettuare tutte le operazioni tradizionalmente svolte da un mouse, utilizzando le proprie dita per spostare il cursore. Resta il fatto che, allo stesso tempo, quasi tutti i laptop sono dotati di porte usb per permettere l’integrazione del mouse tradizionale, a riprova di quanto questo strumento sia considerato utile dalla grande maggioranza delle persone. Ovviamente, questa possibilità è fisicamente impossibile e poco utile per gli Smartphone, che quindi utilizzano un touchscreen come dispositivo di input principale.  

perchè scegliere un mouse di qualità. la gamma microsoft

Dal momento che il mouse svolge tutta una serie di funzioni estremamente fondamentali per la nostra operatività al computer, la scelta del modello da acquistare andrebbe adeguatamente ponderata. Ovviamente, sul mercato sono disponibili svariati tipi di modelli e oggetti, alcuni dei quali di qualità abbastanza dubbia. Purtroppo, la tendenza di non pochi utenti, quando si parla di mouse, è di spendere poco, acquistando così oggetti che devono essere rapidamente sostituiti o che possono persino creare problemi alla salute delle nostre mani. Specialmente quando si è consapevoli di utilizzare uno strumento come il mouse per diverse ore al giorno, è bene fare una scelta qualitativamente elevata, puntando su dispositivi affidabili, caratterizzati da ergonomia, mobilità, sicurezza. Microsoft, ad esempio, è in grado di offrire una gamma vasta e completa di mouse di precisione che sono non soltanto eleganti e raffinati, ma anche funzionali all’operatività e progettati per non affaticare le mani degli utenti, grazie a uno scorrimento semplice e naturale. 



Comments are closed.