Ci eravamo lasciati con il Cashback e con i malfunzionamenti dell’app IO, ma il piano Cashless Italia – annunciato agli italiani durante la Conferenza Stampa del 3 Dicembre – prevede anche un altro programma.

Stiamo parlando della Lotteria degli Scontrini, ossia una lotteria nazionale che prevede estrazioni settimanali, mensili e annuali.

Lotteria degli scontrini: perché è stata introdotta?

L’obiettivo della Lotteria degli Scontrini è semplice: contrastare l’evasione fiscale incentivando l’uso dei pagamenti elettronici, decisamente più tracciabili rispetto al denaro contante.

In particolare, questo programma si inserisce in un piano più ampio che prevede la battaglia contro l’evasione dell’IVA.

L’IVA (Imposta sul Valore Aggiunto) è la tassa che più grava sulle transazioni e gli scambi di beni e servizi.

Per questo è una delle imposte più evase non solo in Italia ma in tutto il mondo. In Italia, secondo il Governo italiano, ogni anno circa il 26% del totale IVA (quindi circa 35 miliardi di euro) non viene versato.

Secondo la Commissione Europea, invece, ogni anno gli stati dell’Unione perdono in media l’11,2 per cento del totale di IVA che dovrebbero raccogliere.

Ecco perché l’Italia, come altri Paesi nel mondo, ha deciso di ricorrere alla lotteria: un metodo sicuramente più semplice rispetto all’estensione tout court dei pagamenti elettronici, e più apprezzato dell’aumento dei controlli e degli obblighi per i contribuenti.

Quando inizia e come si partecipa all’estrazione

L’Agenzia delle dogane e dei monopoli ha annunciato che la Lotteria degli Scontrini inizierà il 1° Gennaio 2021, ma è già attivo un portale riservato a tutti quelli che vorranno partecipare.

Per partecipare bisogna essere maggiorenni, residenti in Italia e poi basta seguire pochi e semplici passaggi:

  • Andare sul sito https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it
  • Cliccare su “Partecipa Ora” per generare il Codice Lotteria
  • Inserire il proprio Codice Fiscale
  • Una volta generato il Codice Lotteria, va memorizzato e mostrato agli esercenti al momento degli acquisti

Ogni biglietto ha il costo di 1 euro e si possono acquistare massimo 1000 biglietti per singolo scontrino.

Non sono validi gli scontrini che corrispondono ad acquisti online o all’esercizio di attività di impresa, arte o professione. Inoltre, non sono accettati gli acquisti per i quali il consumatore richieda l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Quali sono i premi e come si riscuotono

I premi in palio si dividono in estrazioni ordinarie e in estrazioni zerocontanti.

Per le estrazioni ordinarie sono previsti:

  • Sette premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana
  • Tre premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese
  • Un premio di 1 milione di euro ogni anno.

Per le estrazioni zerocontanti, invece, il biglietto vincente premia sia il consumatore che l’esercente:

  • Quindici premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana
  • Ogni mese, dieci premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente
  • Ogni anno, un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente

Per consultare e verificare se il proprio biglietto è vincente si deve accedere al Portale della Lotteria tramite  SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CNS (Carta Nazionale dei Servizi), Fisconline o Entratel.

Chi vincerà, invece, riceverà una raccomandata AR o una PEC da parte dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

  • In caso di raccomandata AR, il vincitore dovrà recarsi entro 90 giorni all’Ufficio dei monopoli territorialmente competente per l’identificazione e l’indicazione delle modalità di pagamento.
  • In caso di PEC (Posta Elettronica Certificata), il vincitore dovrà comunicare le modalità di pagamento prescelte entro 90 giorni dalla ricezione del messaggio.

Come funziona la lotteria per gli esercenti?

Le tre regole che gli esercenti devono seguire per partecipare e far partecipare alla lotteria sono:

  1. Verificare che il software del POS sia aggiornato per poter memorizzare e trasmettere i dati della lotteria
  2. Consentire ai propri clienti di pagare con modalità elettronica carte di credito, bancomat, Satispay e altre modalità
  3. Dotarsi di un lettore di codici a barre (barcode) per poter registrare in automatico e senza errori il codice lotteria che verrà mostrato dal cliente  (in caso contrario registrare il codice a mano)

Prima di emettere lo scontrino, l’esercente deve memorizzare il “codice lotteria” che il cliente mostra al momento dell’acquisto cashless. Sarà poi il registratore di cassa, in automatico, a trasmette i dati al sistema della lotteria gestito dall’Agenzia delle entrate e dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli.
.

ENTRA NEL MONDO DI TECH DATA ITALIA E SCOPRI TUTTI I SERVIZI E GLI STRUMENTI CHE POSSONO FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS



Comments are closed.