Prendiamo uno switch Ethernet standard: è il perno principale per l’invio e la ricezione di informazioni sulle reti di telecomunicazioni e aziendali.

Il suo compito è quello di inviare e ricevere dati da dispositivi quali PC, server, access point Wi-Fi, telecamere di sorveglianza e altri switch Ethernet.

Funzionano tramite cablaggio in rame o in fibra ottica e solitamente sono distribuiti in edifici o spazi climatizzati.

Gli switch Ethernet industriali hanno sostanzialmente le stesse capacità tecnologiche degli switch Ethernet standard, ma sono costruiti secondo criteri più elevati a livello di affidabilità della connessione e ridondanza.

Gli switch industriali D-Link, in questo senso, sono dotati di un’alimentazione di backup e di un’architettura ad anello che permette il recupero rapido.

Perché gli switch industriali di D-Link si differenziano sul mercato?

Innanzitutto per la resistenza. Gli switch D-Link sono stati costruiti per resistere alle condizioni più critiche in termini di temperatura, polvere, fulmini, vibrazione, corrosione, interferenze elettromagnetiche fino al vero e proprio impatto – quindi può resistere anche a un’eventuale caduta da un potenziale montaggio fallato.

Poi sono convenienti: grazie alle loro dimensioni compatte e all’opzione PoE (Power-over-Ethernet), sono adatti all’implementazione in rack o armadi già presenti, oppure al montaggio facile su barra DIN.

Questo significa che gli switch possono essere usati per alimentare altri dispositivi come telecamere, telefoni VoIP e access point Wi-Fi, facilitando la loro distribuzione in aree dove potrebbero non avere accesso a una presa a muro.

Infine sono affidabili. Gli switch Ethernet standard impiegano l’architettura Ethernet Ring Protection Switching (ERPS) per il failover ridondante, che può reindirizzare la trasmissione della rete in caso di guasto in 50 millisecondi, la soglia minima di percezione umana per notare un “errore”.

Tuttavia, c’è un numero crescente di applicazioni che richiede un failover più veloce e l’architettura Rapid-Recovery Ring degli switch industriali può ridurre questa latenza del 60% mentre aumenta il potenziale di ridondanza di più di dieci volte.

Quindi l’elevata disponibilità di reteridondanza, funzioni di ripristino, e funzionalità di sicurezza avanzate di D-Link forniscono affidabilità e protezione a livello industriale.

In che settori possono essere applicati?

La loro struttura è creata per durare, per questo sono ideali per diverse applicazioni sul campo come:

  • Automazione industriale: per questo ambito D-Link consente una protezione rapida inferiore a 20 millisecondi da failover in configurazioni ad anello, per operazioni critiche.
  • Smart City: essendo certificati per resistere a vibrazioni, urti e cadute mantiene la resistenza della rete e la fa funzionare senza intoppi
  • Sistemi di trasporto intelligenti: certificati per il controllo del traffico, dispongono dello standard NEMA‑TS2 Section 2

In più, le soluzioni industriali D-Link hanno ottenuto anche la certificazione IEC 62443‑4‑1, rilasciata da TÜV Nord, che garantisce la sicurezza e la qualità dei processi di sviluppo prodotto, requisito importante per tutte le soluzioni utilizzate all’interno dei sistemi di controllo e di automazione industriale.

.

Dai un’occhiata al whitepaper dedicato a tutte le soluzioni industriali D-Link: scaricalo qui.


Comments are closed.