Stampiamo sempre di meno. Parliamo, naturalmente, di tutto ciò che facciamo uscire dalle stampanti di casa e dell’ufficio, cioè dei documenti che ci servono per le nostre attività private o professionali. A chiederci meno stampe è l’evoluzione tecnologica: oggi è molto spesso sufficiente – anche per la Pubblica Amministrazione – che il documento necessario sia digitale, custodito nel tablet o nello smartphone.

Ciò rappresenta un bel passo in avanti, ma non così lungo da giustificare l’abolizione totale della stampa. Non manca e non mancherà a breve l’occasione in cui la copia cartacea ci servirà per forza. Ecco perché la stampa in modo responsabile è una linea guida sempre valida.

La miglior tecnologia di stampa

A dispetto dei luoghi comuni, la stampa inkjet è meglio di quella laser. A dirlo è un gigante del settore come Epson, con dati piuttosto eloquenti. Con la tecnologia a getto di inchiostro, infatti:

  • si riducono le emissioni di CO2 fino al 92% rispetto al laser
  • si riducono i consumi energetici fino al 96%
  • si riducono i rifiuti fino al 94%

Altri e importanti dati forniti da Epson nascono da un calcolo ipotetico sulle strategie aziendali. Se infatti ogni azienda adottasse le stampanti inkjet per l’ufficio, si otterrebbero i seguenti benefici:

  • meno emissioni di CO2 (l’equivalente di quelle assorbite da 4,3 milioni di alberi)
  • più risparmio energetico (pari al fabbisogno di 95 mila famiglie)
  • 19 mila tonnellate di rifiuti in meno ogni anno

Cambiare paradigma

È da qui che Epson è partita per costruire la campagna Make the switch, un invito al mondo delle aziende a cambiare approccio sul tema che si innesta nel tronco di una precisa linea di responsabilità sociale d’impresa.

Sviluppo sostenibile, rispetto per l’ambiente e riduzione dei costi sono aspetti su cui l’azienda lavora con diversi obiettivi. Tra questi, spicca la riduzione del 90% le emissioni di CO2 durante l’intero ciclo di vita di prodotti e servizi entro il 2050. Parte integrante dell’obiettivo di Make The Switch è anche l’impegno per la tutela e il ripristino della biodiversità in collaborazione con le comunità locali nelle quali l’azienda è operativa; un impegno che i clienti, con lo «switch» caldeggiato da Epson, possono supportare in modo concreto.

Nessun timore per le prestazioni
Quanto pesa, su questo fronte, la sostenibilità ambientale? La risposta è semplice: nulla. La serie di stampanti e multifunzione sviluppata da Epson mette insieme altissimi rendimenti e minimo impatto sull’ambiente, con una capacità di stampa fino a 3,5 volte più veloce dei dispositivi laser.

 

Hai delle domande?

Il nostro Team di Specialisti è a tua disposizione!

VISITA IL SITO