HP ha annunciato l’arrivo di 8 nuovi monitor della linea Display Z, di cui due con display DreamColor, i primi monitor HDR critical-color al mondo con regolazione della luminosità con un solo tocco.

I monitor HP offrono colori incredibili per ogni tipo di lavoro: basta scegliere la dimensione – schermo di grandi dimensioni, configurazioni a schermo multiplo o modello curvo con panoramica immersiva– la risoluzione e la connettività che meglio si adatta al proprio modo di lavorare.

Tutti i display HP Z sono rigorosamente testati e supportati da una garanzia esclusiva HP Zero Bright Dot che prevede la sostituzione dello schermo se si verifica un difetto a livello di singolo sub-pixel luminoso.

Ogni display è fatto di milioni di luci estremamente piccole, chiamate pixel. I 3 colori (rosso, verde e blu) sono sub-pixel. Questo significa che anche se un solo sub-pixel fallisce, HP sostituisce l’intero display.

Progettati per lavorare insieme e garantire prestazioni e affidabilità incredibili, tutti i monitor HP Z sono testati per la compatibilità con le workstation HP Z mobile e desktop.

HP Z Display: specifiche tecniche

HP ha creato questi display ultra-premium con materiali sostenibili. Le plastiche sono costituite per oltre l’80% da materiali riciclati, l’alluminio è riciclato per il 75% e, con un packaging al 100% di provenienza sostenibile, si può mantenere l’impegno di proteggere l’ambiente senza sacrificare le prestazioni di livello professionale o lo stile sofisticato.

Oltre a essere green, i nuovi modelli di monitor Z hanno risoluzioni diverse – WUXGA, UWQHD, FHD, QHD fino a 4K, Cinema 4K e 4K UHD – e tutti supportano DisplayPort 1.4, daisy chain, con la possibilità di alimentazione fino a 100 W dalla porta USB-C. Hanno anche una porta HDMI 2.0, 4 USB-A 3.2 e una RJ45.

Ma quello che fa davvero la differenza è l’accuratezza dei colori. Con i nuovi display Z di HP si ha il 99% di copertura sRBG e il 98% di copertura DCI-P3, calibrati in fabbrica con uno spazio colore PANTONE™ Validated.

In più, sono ergonomici: basta posizionare il monitor per una postura perfetta con l’ergonomia regolabile in 4 direzioni che include l’inclinazione, la regolazione dell’altezza, la rotazione e le impostazioni di rotazione.

Ultimo ma non ultimo, ridurre l’esposizione alla luce blu può aiutare a lavorare più comodamente. Ecco perché i monitor Z includono HP Eye Ease, un filtro a bassa luce blu sempre attivo che non ha alcun impatto sull’accuratezza dei colori reali.

A chi sono rivolti

Dai modelli CAD all’editing fotografico, i display Z di HP sono ideali per gli Studio Creators, i professionisti creativi e i Power Users che sfruttano la gamma cromatica Adobe RGB 99%.

I monitor DreamColor Studio sono perfetti per chi si occupa di montaggio e videomaking, professionisti del mondo VFX (effetti speciali) e per coloristi che hanno bisogno di uno schermo preciso, accurato e fondamentale per il colore.

Gli Z DreamColor Displays, invece, sono ideali per tutti i designer, fotografi, illustratori e art director che vogliono creare immagini mozzafiato con miliardi di colori.

Mentre i Z Displays sono lo schermo adatto per dirigenti d’azienda, data scientist, ingegneri e sviluppatori di prodotti che hanno bisogno di precisione dei colori e dettagli vivaci.

.

I monitor HP Z Display sono in Tech Data: scoprili subito!


Comments are closed.