Firma elettronica e sanità, la rivoluzione di Adobe Sign. Nuovo capitolo della rubrica #DigitalHealth. Conosciamo da vicino i segreti e i vantaggi straordinari di una piattaforma digitale che sta aprendo scenari molto interessanti a livello di velocità, sicurezza e interazione con il pubblico. 

La necessità della trasformazione digitale è qualcosa su cui tutti gli esperti e analisti concordano, sottolineandone i benefici per le imprese dal punto di vista della produttività. 
Nonostante gli sforzi e investimenti degli imprenditori più avveduti, però, spesso e volentieri i tentativi di efficientamento dei processi – specialmente in un Paese burocratizzato come il nostro – rischiano di rallentare notevolmente nell’ultimo miglio. 

Ancora oggi, infatti, molti processi (ad esempio la firma dei contratti) sono ancora fondati sulla carta e sulle firme manuali: il rischio in agguato è quello di processi non lineari ma anche di veri e propri errori, prodotti da fogli svolazzanti che possono finire dispersi. 
Nel migliore dei casi, il risultato inevitabile è quello di un rallentamento dovuto alla necessità di gestire e archiviare manualmente tutta questa quantità di carta. Fortunatamente, ormai, la digitalizzazione permette di superare anche questo ostacolo, consentendo alle aziende di beneficiare dei vantaggi della dematerializzazione. 

Firma eletTronica I benefici di Adobe Sign 

In particolare, uno strumento decisamente utile è Adobe Sign, che, a livello di firma elettronica, consente di inviare, firmare, gestire e archiviare documenti e moduli con firme elettroniche affidabili e legalmente valide. 

Le firme elettroniche, lo ricordiamo, possono sfruttare una serie di metodi per l’autenticazione dei firmatari, ad esempio la verifica telefonica, tramite e-mail o ID aziendale. Al contrario con le firme digitali l’autenticazione avviene usando un ID digitale basato su un certificato, generalmente rilasciato da un’autorità di certificazione di terze parti riconosciuta. 

Con Adobe Sign diventa così possibile firmare documenti, richiedere firme di altre persone e monitorare i processi da web, dispositivi mobili e all’interno delle applicazioni utilizzate quotidianamente. I clienti possono apporre semplici firme elettroniche oppure firme cloud ad alta conformità su desktop o mobile senza download né procedure di login. Il destinatario, infatti, ha bisogno solo di una connessione Internet e di un browser web, mentre non è necessario un account Adobe.  

Tutto questo, naturalmente, rispettando i principi della validità legale e della conformità normativa: Adobe Sign soddisfa o supera i più alti livelli di conformità previsti dalle normative internazionali. Diventa così possibile raccogliere firme legalmente valide in pochi minuti e non in giorni, velocizzando quindi notevolmente i processi di lavoro grazie al digitale.

 

Non solo firme elettroniche 

Ma la soluzione Adobe va oltre le firme, permettendo di ottenere processi interamente digitali, che eliminano l’uso della carta, tra cui la creazione di moduli, la collaborazione e l’approvazione di vari tipi di documenti. 

Diventa infatti possibile costruire facilmente modelli di documenti e flussi di lavoro ripetibili per ottenere risultati coerenti da parte di tutti i membri del team. Non a caso, i principali destinatari di questa soluzione sono responsabili dei reparti vendite, risorse umane, affari legali, servizi finanziari, marketing, servizio clienti e assistenza tecnica, acquisti, marketing, IT e operazioni. Tutte figure professionali che lavorano spesso in mobilità e presso le sedi dei clienti finali e che, sinora, erano costrette a barcamenarsi con i documenti cartacei. 

In particolare, in ambito sanitario dove ogni minuto è prezioso, una soluzione come Adobe Sign è in grado di garantire una velocizzazione delle attività a tutto beneficio dei pazienti. 

Ultimo aspetto, ma non meno importante, è relativo alle possibilità di integrazione di Adobe Sign: grazie ad apposite API, diventa possibile inserire le firme elettroniche nelle applicazioni aziendali più importanti, come Microsoft Word, Dynamic, Sharepoint, Box o Salesforce. 

Un’opportunità preziosa, insomma, per i partner, che possono contare anche sugli incentivi del programma Adobe VIP (Value Incentive Plan), che offre alle organizzazioni di tutte le dimensioni le opzioni e il livello di controllo di cui hanno bisogno per mettere i prodotti Adobe giusti nelle mani giuste. Inoltre, i partner possono contare sul supporto di un distributore come Tech Data, che può garantire il giusto supporto consulenziale per inserire una soluzione come Adobe Sign in contesti specifici, come ad esempio quello sanitario.  

Da non perdere




Comments are closed.