Computer e smartphone ci hanno abituati bene: con il tempo sono diventati sempre più performanti, e ci consentono di vivere esperienze veloci e continue, di condividere all’istante informazioni, di comunicare con videochat, di collegare accessori che migliorino la nostra esperienza. E anche la nostra produttività.

Poi entriamo in sala riunioni, e i nostri efficacissimi dispositivi perdono tutta la loro potenza di fuoco. È come ritrovarsi ad affrontare una sfida, più che un meeting: connessioni che non vanno, presentazioni che si bloccano, cadute di rete, tentativi falliti di collaborazione, tecnologia talvolta incomprensibile e quindi inutilizzabile Messa così sembra una fotografia esagerata, ma chi lavora sa invece quanto sia vicina alla realtà.

Uno dei giganti dell’hi-tech, e cioè Dell, ha esaminato l’esperienza delle aziende e ha estratto le principali problematiche che emergono quando si lavora negli spazi riunione:

  • Porte incompatibili tra dispositivo e display
  • Attrezzature disabilitate o malfunzionanti
  • Cavi tra dispositivi e display sono mancanti o danneggiati
  • Impossibilità di annotare o collaborare con i colleghi in tempo reale

Connettere, presentare, collaborare: il lavoro di Dell

Dell lavora da tempo sulla trasformazione degli spazi di lavoro. Lo ha fatto internamente, per elaborare soluzioni che ha poi messo a disposizioni di tutte le altre aziende, sviluppando idee e prodotti risolutivi e da condividere per aiutare chi lavora ad apprendere al meglio e ad essere produttivi ovunque si trovino. E a fare al meglio tre cose essenziali:

  • Connettere, usando una tecnologia facile, rapida e non soggetta a interruzioni
  • Presentare, per condividere i contenuti in sicurezza e con la certezza di essere ascoltati o visti
  • Collaborare, da remoto in tempo reale, e poter salvare e condividere senza intoppi i contenuti prodotti

Se quelle tre attività funzionano, tutti sono più felici. E a dirlo sono i numeri raccolti da Dell, secondo la quale Le aziende con dipendenti più felici esprimono una “customer satisfaction” superiore dell’80% e un turnover inferiore del 50% rispetto ai dati ordinari

C’è poi da considerare questi altri numeri:

  • Dal 2020 i millennials saranno il 50% della forza lavoro, chiedono ambienti con spazi confortevoli e si aspettano le tecnologie più moderne
  • La metà della forza lavoro, negli USA, utilizza il telelavoro
  • L’accesso flessibile e senza restrizioni alle informazioni è fondamentale per liberare la creatività e favorire l’efficienza

Dell

Quel che serve per coinvolgere le persone

Sul fronte prodotti, il portafoglio DELL include soluzioni standalone end-to-end combinate con l’offerta di terze parti di fiducia (Intel, Logitech, Chief e FlatFrog), ma soprattutto articolate sulla base della tecnologia più adatta a sulla base delle dimensioni degli spazi.

Il mondo delle aziende presenta di massima quattro tipi di ambienti per la collaborazione:

  • Sale piccole e aree aperte
  • Sale medie
  • Sale grandi
  • Learning space

Il plus offerto dall’azienda americana è, nelle loro stesse parole, «la tecnologia a piattaforma aperta, che consente di distribuire i display negli spazi esistenti senza interruzioni, sia continuando a utilizzare hardware e software esistenti sia scegliendo alcuni dei nostri prodotti. Sono i display che dovrebbero adattarsi al modo in cui i dipendenti si incontrano, non viceversa».

I prodotti Dell per la collaborazione

Parliamo nello specifico di tre tipi di prodotti: display, proiettori e soluzioni per la connessione.

I display sono disponibili in tre formati: 55”, 70”, 86”. I punti di forza risiedono nell’essere Full HD e nell’avere risoluzione 4K; nei 20 touch point per poter consentire a più persone di interagire sullo schermo scrivendo, annotando o cancellando; nell’essere tecnologicamente “agnostici”, quindi aperti alle tecnologie e ai dispositivi prodotti da altre aziende.

I proiettori sono mobili e fissi, alcuni dei quali caratterizzate dal Full HD e dal 4k già visti per i display. Un punto di forza importantissimo è il bassissimo livello di manutenzione richiesto per le lampade.

Le soluzioni per la connessione sono molteplici, e vanno dagli adattatori portatili USB-C 6 in 1 all’OptiPlex Micro PC, ai Moduli Wireless o dongle e a molto altro.

 

Le soluzioni offerte da Dell sono davvero numerose: per una panoramica completa clicca sull’immagine e scarica la brochure

Dell