Ormai da tempo Microsoft ha annunciato che sarebbe avvenuto un passaggio chiave negli aggiornamenti Windows per i privati e per le aziende. Siamo giunti al momento decisivo, pronti per scoprire cosa è avvenuto il 14 gennaio 2020. Niente più aggiornamenti di sicurezza, per questo motivo i pc ed i server che non avranno effettuato l’aggiornamento saranno molto più esposti ad attacchi informatici. Per un’azienda il tema sicurezza è di fondamentale importanza per garantire la protezione di dati ed informazioni.

I primi passi da eseguire per adeguarsi al nuovo modello sono: l’aggiornamento del software e del pc. È possibile aggiornare il software rivolgendosi al partner di fiducia che sarà in grado di identificare il percorso più semplice per una piccola-media azienda, nel momento in cui verrà attuato l’aggiornamento della macchina l’operazione durerà solo pochi minuti.

Molto probabilmente però questo aggiornamento non intaccherà soltanto le aziende ma anche gli utenti privati che generalmente utilizzano il PC per il tempo libero. Potrebbe capitare che un utente privato abbia acquistato un PC, con windows 7, molti anni fa e che quindi oggi non riesca a supportare Windows 10. In questo caso si consiglia di avvalersi di dispositivi moderni, con caratteristiche nettamente migliori rispetto a macchine obsolete. I nuovi device permettono di lavorare in mobilità.

I PC moderni con Windows 10, Office 365 e piattaforma Intel® vPro™ hanno tempi di avvio rapidi, permettono di svolgere simultaneamente diverse attività e hanno una batteria di lunga durata per garantire la massima produttività sempre e ovunque. Multitasking Office fino a 1,3 volte più veloce e prestazioni migliori fino al 65% rispetto a Windows 10 su un portatile con tre anni di vita.

Microsoft ha una posizione molto aperta considerando il passaggio al Cloud, ed ha costruito delle piattaforme che permettono all’azienda di decidere come, quali, quanto spostare nel cloud nel tempo.

Spesso le aziende scelgono Office 365 o Microsoft 365 in modo da adottare le proprie postazioni di lavoro con una soluzione cloud molto modulabile. I pacchetti disponibili sono vari e possono comprendere la sola posta elettronica o la versione completa di office. Spesso in aziende dove il livello della collaborazione tra utenti esterni, interni, clienti e fornitori è la chiave per il loro successo, è utile utilizzare servizi di collaborazione come Microsoft Teams.

 

Microsoft si impegna molto per cercare di attuare il completo passaggio al cloud, e in Italia ha attuato un nuovo programma chiamato “Ambizione Italia” che prende in considerazione differenti ambiti:

  • Costruzione delle competenze tecnologiche per il futuro
  • Digitale e delle competenze digitali per chi già lavora
  • Accessibilità ed inclusione

 

Per saperne di più visita il nostro sito dedicato e contatta il tuo commerciale di riferimento in Tech Data se desideri maggiori dettagli.

FAQ WINDOWS

Perché dovrei passare a un PC moderno? 

I dispositivi moderni con piattaforma Intel vPro® consentono di risparmiare tempo e denaro, grazie a una maggiore sicurezza (riduzione del 33% dei problemi legati alla sicurezza),7 migliori prestazioni (fino al 65%),3,5,13 maggiore potenza multitasking (1,3 volte più veloci)3,4,5 e una batteria che dura tutto il giorno.6

 

Posso aggiornare a Windows 10 il mio attuale PC?

Sì, è possibile aggiornare i PC Windows 7 compatibili e basati su questi requisiti acquistando una licenza completa. Tuttavia, per sfruttare tutte le funzionalità hardware più avanzate, è consigliabile passare a un nuovo PC con Windows 10 nativo.

 

Posso continuare a utilizzare Windows 7?

Sì, è possibile continuare a utilizzare Windows 7. Tuttavia, poiché il supporto è terminato il 14 gennaio 2020, il tuo PC è più vulnerabile ai rischi di sicurezza. Windows sarà sempre operativo ma non riceverai più aggiornamenti di sicurezza e delle funzionalità.

 

Sarà sempre possibile attivare Windows 7?

Sì, sarà possibile installare e attivare Windows 7 anche dopo la fine del periodo di supporto. Tuttavia, per evitare virus e rischi di sicurezza, è consigliabile passare a un nuovo PC con Windows 10.

 

Internet Explorer sarà sempre supportato su Windows 7?

Il supporto per Internet Explorer sui dispositivi Windows 7 è terminato il 14 gennaio 2020. Poiché Internet Explorer è un componente del sistema operativo Windows, il suo supporto segue lo stesso ciclo di vita.

 

Se un’organizzazione non osserva la scadenza del supporto per Windows 7, quali sono le opzioni a sua disposizione?

Per le organizzazioni idonee alle soluzioni di virtualizzazione, Windows Virtual Desktop è l’unico servizio basato sul cloud che offre un’esperienza multiutente con Windows 10, ottimizzata per Office 365 ProPlus, e include gli aggiornamenti di sicurezza estesi gratuiti di Windows 7. È possibile acquistare gli aggiornamenti di sicurezza estesi anche separatamente, come ultima opzione disponibile per le organizzazioni che utilizzano Windows 7 (e Windows Server 2008/R2 e SQL Server 2008/R2) e hanno bisogno di più tempo per passare a Windows 10.

 

Quando sarà disponibile l’offerta ESU (Aggiornamenti di sicurezza estesi) di Windows 7?

Gli aggiornamenti di sicurezza estesi sono disponibili per l’acquisto in VLSC dal 1° aprile 2019. Gli aggiornamenti di sicurezza estesi saranno disponibili per l’acquisto tramite il programma CSP (Cloud Solution Provider) dal 1° dicembre 2019.

 

Se gli ESU saranno disponibili per tutte le dimensioni aziendali, perché un’organizzazione dovrebbe prendere in considerazione il passaggio ai nuovi dispositivi Windows 10?

Microsoft ha elaborato una soluzione, basata sulla consapevolezza del fatto che ciascun utente si trova in un punto diverso del processo di aggiornamento. Gli ESU sono consigliati come ultima risorsa per i dispositivi che non è possibile aggiornare a Windows 10 per tempo. Gli ESU di Windows 7 saranno venduti in base al dispositivo e il prezzo aumenterà ogni anno fino al gennaio 2023.

Per usufruire delle innovative funzionalità di sicurezza, produttività e gestibilità offerte da Windows 10 e corredate di aggiornamenti e supporto costanti, consigliamo alle organizzazioni di passare a dispositivi moderni con Microsoft 365, che include Windows 10, Office 365 e le funzionalità di sicurezza più recenti.

Per ulteriori informazioni sugli aggiornamenti di sicurezza estesi a pagamento, consulta le domande frequenti.

FAQ OFFICE

 

Cosa succede se continuo a utilizzare Office 2010?

È possibile continuare a utilizzare Office 2010 ma, una volta terminato il supporto a ottobre 2020, il PC sarà più esposto a rischi di sicurezza. Office sarà sempre operativo ma non si riceveranno più aggiornamenti di sicurezza e delle funzionalità.

 

Cosa devo fare in vista della fine del supporto per Office 2010?

Questo è il momento opportuno per valutare la propria strategia tecnologica e i vantaggi offerti dalle soluzioni più recenti di Office 2019 e Office 365.

 

Office 2010 continuerà a funzionare con Office 365?

Dopo il 1° ottobre 2020, i collegamenti a servizi di Office 365 come Exchange Online non saranno più supportati. Per evitare ripercussioni sulla produttività, Microsoft consiglia ai clienti Office di scegliere un piano di Office 365 con la versione desktop delle app di Office.

 

Perché dovrei passare a Office 2019 invece che a Office 2013 o Office 2016?

Office 2019 è la versione più recente e aggiornata e senza abbonamento, che consente di migliorare la produttività dei dipendenti con funzionalità e strumenti intelligenti e garantisce la sicurezza e la conformità alle normative pertinenti.

 

In che modo il passaggio a Office 2019 o Office 365 rende più sicura la mia attività?

Office 2019 è la versione perpetua più sicura mai realizzata. Le funzionalità di sicurezza includono Windows Information Protection (WIP), una funzionalità di Windows Pro che si integra con le applicazioni di Office 2019. Le versioni locali di Office, come Office 2019, non includono tutte le funzionalità di sicurezza intelligenti offerte da Microsoft. Gli utenti che cercano la suite completa delle funzionalità di sicurezza intelligenti dovrebbero considerare la sottoscrizione di un abbonamento a Office 365 Business Premium o Microsoft 365.

 

Che differenza c’è fra Office 2019 e Office 365?

Con i piani di abbonamento a Office 365 puoi creare e lavorare al meglio su tutti i tuoi dispositivi con le versioni premium delle applicazioni di Office: Word, Excel, PowerPoint, Outlook, Publisher, Access (Publisher e Access sono disponibili solo su PC) e l’accesso alle funzionalità aggiuntive di OneNote (le funzionalità sono variabili). È possibile installare Office 365 su più dispositivi, tra cui PC, Mac, tablet e telefoni Android™, iPad® e iPhone®. Inoltre, con Office 365 puoi usufruire di servizi come l’archiviazione cloud con OneDrive, minuti Skype per uso domestico e la sicurezza avanzata di Outlook.com. Con un abbonamento Office 365 attivo, avrai sempre a disposizione la versione più aggiornata delle applicazioni di Office.

Invece, Office 2019 è disponibile come copia unica e include le versioni classiche delle applicazioni di Office come Word, Excel e PowerPoint per l’utilizzo su un solo PC o Mac. Le applicazioni non vengono aggiornate automaticamente; per ottenere l’ultima versione, è necessario acquistare nuovamente Office, non appena la nuova versione è disponibile. Le attuali versioni delle applicazioni di Office disponibili per l’acquisto come copia unica sono Office 2019 per Windows e Office 2019 per Mac. Le versioni precedenti includono Office 2016, Office 2013, Office 2011 per Mac, Office 2010, Office 2007, Office 2008 per Mac e Office 2004 per Mac. Office in versione copia unica non include nessuno dei servizi di Office 365.

 

È necessaria una connessione a internet per utilizzare Office 365?

Dopo aver installato e attivato Office sui tuoi dispositivi, non è necessario essere online per utilizzarlo. Tuttavia, è necessario disporre inizialmente dell’accesso a Internet per installare e attivare Office, per installare gli eventuali aggiornamenti e per gestire la fatturazione. L’accesso a Internet è necessario anche per accedere ai documenti archiviati in OneDrive, a meno che non si installi l’app desktop di OneDrive. Dopo aver installato le applicazioni di Office (come Word, PowerPoint ed Excel), è possibile utilizzarle offline.

È necessario connettersi a Internet regolarmente per mantenere aggiornata la versione di Office e ottenere gli aggiornamenti automatici. Se non ti connetti a Internet almeno ogni 39 giorni, le applicazioni passeranno alla modalità con funzionalità ridotte e potrebbe essere visualizzato il messaggio di errore Prodotto senza licenza. Per riattivare le applicazioni di Office, è sufficiente riconnettersi a Internet e accedere a Office 365. Scopri come accedere.

  • 1. In vendita separatamente.
  • 2. Processori Intel® Core™ vPro® i7-8665U di ottava generazione e processori Intel® Core™ vPro® i5-8365U
  • 3. I risultati delle prestazioni si basano su test eseguiti il 21 marzo 2019 e il 3 aprile 2019 e potrebbero non rispecchiare tutti gli aggiornamenti di sicurezza disponibili. Per ulteriori informazioni, consulta i dettagli sulla configurazione. Nessun prodotto è completamente sicuro.
    Il software e i carichi di lavoro utilizzati nei test possono essere stati ottimizzati per le prestazioni solo su microprocessori Intel. I test delle prestazioni come SYSmark e MobileMark vengono eseguiti utilizzando specifici sistemi, componenti, software, operazioni e funzioni.  Eventuali modifiche apportate a tali fattori possono influire sui risultati.  Consultare altri dati e test delle prestazioni per una valutazione completa dei prodotti che si desidera acquistare, comprese le prestazioni di tali prodotti se abbinati ad altri. Per informazioni più complete sulle prestazioni e sui risultati di benchmark, vedi http://www.intel.com/benchmarks
  • 4. Misurazione delle prestazioni eseguita tramite il carico di lavoro Office Productivity and Multitasking sui processori Intel® Core™ i7-8665U di ottava generazione e Intel® Core™ i7-6600U di sesta generazione. Una presentazione Microsoft PowerPoint.ppt di 2,35 MB con 20 diapositive è stata esportata come presentazione video 1920×1080 in formato H.264 /.mp4 di 30 MB. Durante la creazione della presentazione video, 1) un documento Microsoft Word in formato .docx di 6,49 MB con 801 pagine è stato convertito in un file PDF da 3,7 MB e 2) veniva ricalcolato un foglio di lavoro Microsoft Excel in formato .xlsm da 68,4 MB.
  • 5. AGGIORNAMENTO NUOVE CONFIGURAZIONI:  Piattaforma di riferimento Intel con processore Intel® Core™ i7-8665U, PL1 = 15 W TDP, 4C8T; turbo fino a 4,8 GHz; grafica: Grafica Intel® UHD 620; memoria: 2×4 GB DDR4-2400; spazio di archiviazione: unità SSD Intel 760p da 512 GB; SO: Microsoft Windows* 10 RS5 versione build 1809 (Build 1763v1); BIOS: x177; MCU: A8 rispetto a sistema OEM con processore Intel® Core™ i7-6600U, PL1 = 15 W TDP, 2C4T; turbo fino a 3,9 GHz; Grafica Intel HD 620; schermo: 14″ con risoluzione 1920×1080; memoria: 8 GB DDR4; spazio di archiviazione: unità SSD da 256 GB; capacità batteria: 36 WHr; SO: Microsoft Windows* 10 Pro RS5 versione build 1809 (Build 1763v292); BIOS: v1.0.1; MCU: C2
  • 6. Durata della batteria: fino a 11 ore per una giornata lavorativa con un processore Intel® Core™ i7-8665U di ottava generazione. Misurazione eseguita tramite un carico di lavoro MobileMark 2018 su un sistema OEM di preproduzione con processore Intel® Core™ i7-8665U, PL1= 15 W TDP, 4C8T; turbo fino a 4,8 GHz; grafica: Grafica Intel® UHD 620; schermo: 14″ con risoluzione 1920×1080; memoria: 16 GB; spazio di archiviazione: Hynix 256 GB; dimensione della batteria: 52 WHr; SO: Windows® 10 Pro; BIOS: v.1.0.1; MCU: AA La luminosità dello schermo è impostata su 150 nit con corrente continua. L’adattatore di rete wireless del sistema è acceso e associato a una rete wireless non connessa a Internet.
  • 7. Con Windows 10, i problemi legati alla sicurezza che richiedono l’intervento del personale IT si riducono di circa il 33%. The Total Economic Impact™ of Microsoft Windows 10, Forrester, 2016. https://query.prod.cms.rt.microsoft.com/cms/api/am/binary/RWrHjm. Nessun prodotto o componente è completamente sicuro.
  • 8. The Total Economic Impact™ of the Intel vPro® Platform, Forrester, dicembre 2018.  Studio commissionato da Intel e condotto da Forrester Consulting con interviste a 256 responsabili IT presso organizzazioni di medie dimensioni (100-1.000 dipendenti) che utilizzano le piattaforme Intel vPro® in Cina, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti.  Il 75% ha dichiarato di essere “d’accordo” o “fortemente d’accordo” sul fatto che i computer con processori Intel® Core™ vPro® e Windows 10 sono più sicuri rispetto ai modelli precedenti.  Leggi lo studio completo all’indirizzo Intel.com/vProPlatformTEI
  • 9. SMB PC Study, Techaisle 2018
  • 10. Gli scenari di riduzione dei costi descritti sono da intendersi come esempio di come un determinato prodotto Intel®, in circostanze e configurazioni specificate, può avere effetto sui costi futuri e consentire risparmi. Le circostanze possono variare. Intel non garantisce alcun costo o diminuzione dei costi.
  • 11. The Total Economic Impact™ of the Intel vPro® Platform, Forrester, dicembre 2018.  Studio commissionato da Intel e condotto da Forrester Consulting con interviste a 256 responsabili IT presso organizzazioni di medie dimensioni (100-1.000 dipendenti) che utilizzano le piattaforme Intel vPro® in Cina, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti.  Il 77% ha dichiarato di essere “d’accordo” o “fortemente d’accordo” sul fatto che i computer con la piattaforma Intel vPro® e Windows 10 sono più facili da gestire. Leggi lo studio completo all’indirizzo Intel.com/vProPlatformTEI
  • 12. Il 99% delle app di Windows 7 è compatibile con Windows 10. I requisiti hardware/software e le funzionalità disponibili possono variare. È necessaria una connessione Internet. Per verificare la compatibilità e ottenere altre importanti informazioni sull’installazione, visita il sito Web del produttore del tuo dispositivo e la pagina www.windows.com/windows10specs. Ulteriori requisiti potrebbero essere applicati in futuro per gli aggiornamenti.
  • 13. Prestazioni complessive del sistema: misurazione eseguita con SYSmark* 2018 confrontando i processori Intel® Core™ i7-8665 di ottava generazione e Intel® Core™ i7-6600U di sesta generazione. SYSmark 2018 è pubblicato da Business Applications Performance Corporation (BAPCo), un consorzio di benchmarking.  SYSmark verifica le prestazioni delle applicazioni desktop di Windows* utilizzando scenari reali:  produttività, creatività e reattività.  Le applicazioni principali utilizzate negli scenari includono Microsoft Office*, Adobe Creative Cloud* e Google Chrome.*  Ogni scenario produce metriche individuali che formano un punteggio complessivo.
  • 14. Slack aperto in background mentre una presentazione Microsoft PowerPoint.ppt di 2,28 MB viene esportata come presentazione video 1920×1080 in formato H.264 / .mp4. Durante la creazione della presentazione video 1) un documento Microsoft Word in formato .docx di 6,49 MB con 844 pagine è stato convertito in un file PDF da 7,98 MB e 2) veniva ricalcolato un foglio di lavoro Microsoft Excel in formato .xlsm da 70,4 MB con attivazione macro.
 
Autore

Comments are closed.