Ormai da tempo Microsoft ha annunciato che avverrà un passaggio chiave negli aggiornamenti Windows per i privati e per le aziende. Ma cosa succederà esattamente da quel giorno in poi? Microsoft non rilascerà più aggiornamenti di sicurezza, per questo motivo i pc ed i server che non avranno effettuato l’aggiornamento saranno molto più esposti ad attacchi informatici. Per un’azienda il tema sicurezza è di fondamentale importanze per garantire la protezione di dati ed informazioni. 

I primi passi da eseguire per adeguarsi al nuovo modello sono: l’aggiornamento del software e del pc. È possibile aggiornare il software rivolgendosi al partner di fiducia che sarà in grado di identificare il percorso più semplice per una piccola-media azienda, nel momento in cui verrà attuato l’aggiornamento della macchina l’operazione durerà solo pochi minuti.

Molto probabilmente però questo aggiornamento non intaccherà soltanto le aziende ma anche gli utenti privati che generalmente utilizzano il PC per il tempo libero. Potrebbe capitare che un utente privato abbia acquistato un PC, con windows 7, molti anni fa e che quindi oggi non riesca a supportare Windows 10. In questo caso si consiglia di avvalersi di dispositivi moderni, con caratteristiche nettamente migliori rispetto a macchine obsolete. I nuovi device permettono di lavorare in mobilità.

I PC moderni con Windows 10, Office 365 e piattaforma Intel® vPro™ hanno tempi di avvio rapidi, permettono di svolgere simultaneamente diverse attività e hanno una batteria di lunga durata per garantire la massima produttività sempre e ovunque. Multitasking Office fino a 1,3 volte più veloce e prestazioni migliori fino al 65% rispetto a Windows 10 su un portatile con tre anni di vita.

Microsoft ha una posizione molto aperta considerando il passaggio al Cloud, ed ha costruito delle piattaforme che permettono all’azienda di decidere come, quali, quanto spostare nel cloud nel tempo.

Spesso le aziende scelgono Office 365 o Microsoft 365 in modo da adottare le proprie postazioni di lavoro con una soluzione cloud molto modulabile. I pacchetti disponibili sono vari e possono comprendere la sola posta elettronica o la versione completa di office. Spesso in aziende dove il livello della collaborazione tra utenti esterni, interni, clienti e fornitori è la chiave per il loro successo, è utile utilizzare servizi di collaborazione come Microsoft Teams.

 

Microsoft si impegna molto per cercare di attuare il completo passaggio al cloud, e in Italia ha attuato un nuovo programma chiamato “Ambizione Italia” che prende in considerazione differenti ambiti:

  • Costruzione delle competenze tecnologiche per il futuro
  • Digitale e delle competenze digitali per chi già lavora
  • Accessibilità ed inclusione

 

Per saperne di più visita il nostro sito dedicato e contatta il tuo commerciale di riferimento in Tech Data se desideri maggiori dettagli.