Il mio ufficio dispone della tecnologia necessaria per promuovere e consentire una collaborazione ibrida, fatta tanto di riunioni in presenza quanto di riunioni in videoconferenza?

Questa è la domanda che le aziende si stanno ponendo da un anno a questa parte o che si dovranno porre prima o poi.

Sicuramente l’adozione di piattaforme di videoconferenza e collaborazione – Zoom, Microsoft Teams, Google Meet e Cisco Webex, per citare le più famose – ha subito un’impennata da parte degli utenti, con il conseguente vantaggio di migliorare l’efficienza dei team.

Ma il mondo del lavoro sarà sempre più ibrido e il remote working, come lo abbiamo conosciuto in questi mesi, si mescolerà sempre di più con il lavoro in ufficio: quali sono quindi le soluzioni da adottare?

Premesse

Abbiamo anticipato che la videoconferenza sta diventando sempre più importante nell’ambiente di lavoro, quindi per renderla semplice e flessibile servono tecnologie che permettano di accedere alle riunioni in modalità wireless.

Il fatto è che ora, lavorando un po’ in remoto e un po’ in ufficio, è diventato necessario poter usare in ogni circostanza i propri dispositivi personali e connetterli automaticamente in modalità wireless agli strumenti audiovideo presenti nella meeting room.

Da qui la nascita del concetto di BYOM (Bring Your Own Meeting), di cui abbiamo parlato approfonditamente qui e che è alla base della partnership tra Barco e Jabra.

Il progetto Barco e Jabra

Barco e Jabra hanno deciso di collaborare per introdurre soluzioni audio e video di qualità nella tecnologia di conferenza wireless plug & play e consentire agli utenti di trasformare qualsiasi sala riunione in un ambiente di lavoro collaborativo.

I vantaggi sono presto detti come, ad esempio, videoconferenze efficienti in spazi per le riunioni di qualsiasi forma o dimensione, oppure una collaborazione avanzata, indipendentemente da dove si trovino i dipendenti.

Ma c’è anche un altro aspetto da considerare: i responsabili IT stanno cercando soluzioni di videoconferenza facili da installare, usare e gestire che funzionino perfettamente insieme.

L’integrazione Jabra e Barco riduce al minimo il supporto IT grazie alla semplice distribuzione e alla facilità di utilizzo e consente all’IT di sfruttare la tecnologia esistente per una soluzione di videoconferenza sicura e integrata.

Panoramica delle soluzioni: Barco Clickshare Conference, Jabra Panacast e Jabra Speak

La soluzione Barco ClickShare Conference è un bottone che consente di connettere in modalità wireless il proprio dispositivo personale a ogni tipo di software per videoconferenze, videocamera e computer.

Jabra Panacast, invece, è una soluzione video intelligente plug & play con panoramica 4K a 180° e 3 videocamere da 13 megapixel che, se abbinata allo speakerphone portatile Jabra Speak, aggiunge a una tecnologia video di qualità superiore un audio di altrettanta qualità.

Sia Jabra Panacast che Jabra Speak si connettono in modalità wireless e tramite la tecnologia Bluetooth all’unità di base ClickShare, liberando spazio sul tavolo della sala riunioni da cavi e fili.

L’integrazione plug & play tra Jabra e Barco ClickShare Conference, quindi, semplifica la videoconferenza e la collaborazione: i partecipanti possono avviare una riunione dal dispositivo utilizzando la piattaforma di conferenza preferita e attivare una qualità video e audio di qualità elevata e collaborare senza problemi.

.

Tech Data offre i dispositivi Barco e Jabra in bundle: scoprili qui

.

Da non perdere




Comments are closed.