Che cos’è il cloud networking e come funziona?

Prima di rispondere a questa domanda è necessario fare una premessa: quando si parla di cloud computing, solitamente si pensa alle applicazioni, come la posta aziendale, che a differenza dell’on premise non sono ospitate nei data center aziendali ma esternalizzate presso i provider cloud, che ne rendono possibile l’accesso a una platea di utenti potenzialmente illimitata, previa la disponibilità della Rete Internet. Questo modello è quello più noto e conosciuto a tutti gli utenti, ma rappresenta soltanto una piccola frazione delle grandi potenzialità del cloud, che rende possibile collocare sulla nuvola anche risorse fisiche e hardware, come storage, server e per l’appunto, anche il networking. Che sempre più spesso negli ultimi anni è ospitato su piattaforme cloud, con vantaggi importanti dal punto di vista della scalabilità, della sicurezza e, naturalmente, anche della convenienza economica per l’utente finale.

G Suite Cloud Tech Data

Cloud Networking: una definizione

Volendo quindi azzardare una definizione è possibile affermare che si ha cloud networking quando tutte le risorse di rete (o una parte) di un’organizzazione sono ospitate su un cloud (pubblico o privato). Tra i servizi più comuni che rientrano nell’ambito del cloud networking rientrano, per esempio, i router virtuali, firewall, software di gestione della rete e numerosi altri strumenti che di norma richiederebbero l’installazione di hardware specifici.

Vuoi sapere tutto sul Cloud Networking e sui vantaggi per i tuoi clienti? Visita subito nebula.zyxel.it 

Più precisamente, è possibile distinguere due modalità diverse di Cloud Networking:

  • Cloud-enabled networking: questo paradigma si verifica quando un’organizzazione continua a utilizzare la propria rete locale in-house, ma la gestisce attraverso le risorse in cloud, come per esempio software per la gestione di rete oppure con soluzioni antivirus che sono in grado di assicurare la sicurezza del proprio network interno e la protezione del perimetro aziendale.
  • Cloud-based networking: si tratta di un paradigma decisamente più stringente, dal momento che tutte le risorse di rete sono ospitate sulla nuvola, comprese i nodi della rete e tutti gli strumenti hardware tradizionalmente necessari al funzionamento della Rete aziendale. L’unica risorsa che rimane hardware e on house è rappresentata dai dispositivi di rete wireless, che devono necessariamente collocati in azienda, ma possono comunque essere gestiti da remoto

Il ruolo dei service provider

È evidente che entrambi questi paradigmi, per essere realmente utilizzati dalle organizzazioni di tutti i settori e dimensioni, si basano su un presupposto fondamentale: una larghezza di banda diffusa, veloce e affidabile che garantisca il funzionamento della rete ospitata sul cloud.

Un altro passaggio chiave, che nel corso degli ultimi anni ha stimolato la crescita del fenomeno cloud networking, è la possibilità di gestione. Facendo un passo indietro, infatti, il cloud networking si configura come un servizio erogato da dei provider specializzati ai clienti finali.

Questi ultimi ormai mettono a disposizione delle organizzazioni delle web application, da cui diventa possibile controllare e gestire tutti i servizi di rete utilizzati, compresi anche quelli allocati fisicamente presenti in azienda. Oltre alla cruciale esigenza del monitoraggio, la presenza di questa tipologia di piattaforme permette alle aziende di beneficiare di uno dei principali vantaggi del cloud networking, quello della scalabilità delle risorse: in base alle proprie necessità del momento, diventa possibile aggiungere o diminuire determinati servizi o infrastrutture di rete, pagando solo quello che effettivamente viene “consumato”, in piena logica pay per use.

I benefici del Cloud Networking

La scalabilità rende possibile assicurare un taglio dei costi non indifferente, che viene ulteriormente rafforzato dal mancato consumo di energia elettrica dei dispositivi di rete e dal risparmio nei costi di manutenzione e aggiornamento, che viene naturalmente assolto dai service provider.

Non meno importante è la questione della sicurezza: le reti aziendali, come noto, sono sempre più nel mirino degli hacker e del cybercrime e devono dunque essere adeguatamente protette.

Protezione che, per ragioni di costi, può essere difficile da assicurare per le PMi, caratterizzate da budget informatici limitati. Le risorse dei service provider consentono invece di garantire a tutte le aziende clienti una protezione di rete di assoluto valore, sempre più spesso basata sull’esistenza di veri e propri SOC (Security Operation Center), in grado di prevenire e rilevare le intrusioni.

Scopri la formazione esclusiva per i reseller che vogliono diventare fornitori di cloud networking, Qui tutti i dettagli e i prossimi appuntamenti live streaming con ZyXel

Il modello Saas di Nebula

Un vendor del mondo networking che ha deciso di sposare l’approccio cloud è senza dubbio Zyxel, che con Nebula Cloud propone un paradigma di rete per la distribuzione e la gestione di reti in cloud basato modello Software-as-a-Service.  Nell’architettura Nebula, le funzioni di rete e i servizi di gestione vengono inviati al cloud ed erogati come un servizio che fornisce un controllo istantaneo all’intera rete senza controller wireless e dispositivi di gestione della rete sovrapposti.

In questo modo Nebula permette un controllo centralizzato di tutti i dispositivi wireless e wired Nebula, Access Point, Switch e Firewall. Tutto questo senza i costi e la complessità della gestione hardware o di sistemi di monitoraggio multi-livello. Punto centrale dell’offerta Zyxel è il Nebula Control Center, attraverso cui è offerto un sistema di gestione reti semplice, intuitivo e scalabile, con dashboard ricche di funzionalità, mappe, planimetrie, topologia di rete automatizzata, strumenti di configurazione e gestione.

In questo modo Nebula fornisce un rapido accesso in remoto agli amministratori, che possono assicurarsi che la rete sia attiva e funzionante. Il control Center è equipaggiato anche da una serie di strumenti di sicurezza che forniscono protezione ottimale di utenti, reti e dispositivi, mettendo a disposizione le informazioni necessarie per garantire la sicurezza e migliorare il controllo sull’intera rete. Questo pacchetto è ulteriormente arricchito dalla Nebula Mobile APP per un approccio immediato e rapido alla gestione della rete.

Un’offerta tecnologica che si rivolge direttamente al canale dei professionisti del networking: attraverso il programma Zyxel MSP Revolution si punta a supportare l’evoluzione dei rivenditori verso la gestione service-oriented dell’attività, con vantaggi, risorse e strumenti tecnici, commerciali e marketing ad hoc.  Da notare che, per via di un recentissimo aggiornamento, le API Nebula sono ora aperte ai managed service providers e ai system integrator, che possono incorporare Nebula nei loro sistemi di gestione onboarding WiFi.

 

 



Comments are closed.