È da fine settembre che sentiamo parlare di Cashback e Super Cashback, ma è solo dall’8 dicembre che l’argomento è tornato sulle prime pagine dei quotidiani grazie alla proposta dell’Extra Cashback di Natale.

Infatti, durante la conferenza stampa del 3 dicembre in cui il Primo Ministro Giuseppe Conte ha annunciato le misure restrittive dell’ultimo DPCM, è stato presentato anche il piano Italia Cashless.

L’obiettivo del piano – che sarà attivo dal primo gennaio 2021 al 30 giugno 2022 con un’iniziativa specifica per il periodo natalizio – è quello di “incentivare l’uso di carte di credito, debito e app di pagamento, al fine di modernizzare il Paese e favorire lo sviluppo di un sistema più digitale, veloce, semplice e trasparente”.

Chi farà uso frequente di pagamenti elettronici in negozi fisici (non sono quindi inclusi i pagamenti online) verrà rimborsato con i cosiddetti cashback.

Cashback, Super Cashback, Extra Cashback di Natale: facciamo chiarezza

cashback

Il Cashback prevede un rimborso semestrale di 150 euro per chi farà almeno 50 acquisti con pagamento elettronico per un valore complessivo di almeno 1.500 euro.

Il rimborso potrà essere ricevuto solo per i pagamenti nei negozi fisici e prevederà qualche forma di registrazione delle proprie carte di credito, in modo che gli acquisti possano essere conteggiati.

L’ottenimento del rimborso sarà disponibile tramite l’app IO, che al momento non sta funzionando come dovrebbe. Ma di questo ne parliamo più avanti.

Il Super Cashback o “super bonus” è invece un premio di 3.000 euro per i primi 100.000 italiani che avranno totalizzato, in un semestre, il maggior numero di transazioni con carte e app di pagamento in negozi fisici, a prescindere dal valore complessivo degli acquisti.

Anche in questo caso sarà usata l’app IO per visualizzare la classifica.

E ora arriviamo all’Extra Cashback di Natale. Dall’8 e al 31 dicembre, i cittadini che effettueranno almeno 10 acquisti con carte di credito, carte di debito, bancomat o Satispay – una delle app più famose e utilizzate per i pagamenti via smartphone – potranno ottenere il 10 per cento di rimborso fino a un massimo di 150 euro.

L’app IO non funziona: cosa è andato storto

cashback

Dopo l’annuncio del piano da parte di Conte, l’app dei servizi pubblici ha ottenuto un boom di download: ad oggi quasi 9 milioni di italiani l’hanno scaricata (qui i download aggiornati giorno per giorno).

E forse è stato questo download di massa ad aver mandato in tilt l’app. Per accedere al servizio è necessario associare le proprie carte elettroniche e il proprio IBAN all’app, che però ha avuto grossi rallentamenti e problemi di collegamento.

Molti utenti si sono trovati davanti la schermata “si è verificato un errore temporaneo nel salvataggio di questa carta, riprova” o “non è stato possibile cercare i metodi di pagamento, riprovare più tardi” e non hanno potuto completare le operazioni.

Il punto è che questi malfunzionamenti potrebbero far sì che alcuni pagamenti non vengano registrati: la piattaforma infatti registra solo i pagamenti effettuati dopo la mezzanotte del giorno in cui sono state abilitate le carte.

L’alternativa per ottenere la registrazione dei propri pagamenti, e ottenere successivamente i rimborsi è utilizzare le app dei singoli sistemi di pagamento, come quelle di Satispay o di Nexi Pay.

Per questo il governo sta pensando di prorogare i termini di scadenza del “cashback” natalizio dal 31 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021.

Come partecipare per ottenere i cashback

Per aderire al programma Cashback bisogna aver compiuto 18 anni, risiedere in Italia e avere lo SPID o la Carta d’Identità Elettronica (CIE).

Successivamente bisogna scaricare l’app IO, disponibile sia per sistemi Android che per sistemi iOS, entrare nella sezione “Portafoglio” e premere sul pulsante in evidenza “Cashback”.

Una volta attivato il programma bisognerà indicare il codice IBAN del conto corrente sul quale si vogliono ricevere i rimborsi e, infine, dopo avere salvato i metodi di pagamento elettronico su IO (carte e app), scegliere quali attivare per partecipare al Cashback.

Inoltre, è possibile registrarsi anche tramite la banca, l’ufficio postale o altri soggetti che emettono carte e app di pagamento.

.

Entra nel mondo di Tech Data Italia e scopri tutti i servizi e gli strumenti che possono far crescere il tuo business

.



Comments are closed.