Ormai lo sanno tutti: il 25 maggio 2018 comincerà l’era del GDPR. Cioè del General Data Protection Regulation, o se preferite del nuovo Regolamento Generale sulla protezione dei dati. Si tratta dell’impianto normativo che sostituirà le normative dei singoli Paesi ed estenderà la giurisdizione a tutte le società che trattano dati personali di soggetti che risiedono nell’Unione Europea. Ciò accadrà indipendentemente dalla localizzazione geografica dell’azienda o del luogo in cui i dati vengono gestiti ed elaborati: in pratica, una società statunitense che gestisce a San Francisco i dati di una persona che risiede a Chiavari dovrà osservare quanto stabilito dal GDPR.

Il nuovo Regolamento cambia le carte in tavola, a cominciare dai termini cui siamo più avvezzi. Non parleremo più di Privacy ma di Data Protection, e la definizione di «dato personale» verrà estesa agli identificatori online (numeri IP, cookie e dati di geolocalizzazione). Le nuove norme sono così importanti che le aziende non conformi al nuovo assetto rischiano multe fino a 20 milioni di euro, o un’ammenda che può arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo.

Cosa devono fare le aziende
Secondo il GDPR, le aziende sono tenute a dimostrare quanto segue:

  • di avere ricevuto un consenso esplicito per tutti i dati personali raccolti;
  • di utilizzarli in modo trasparente e appropriato;
  • di preservarli da eventi dannosi (distruzione accidentale o illegale, perdita, modifica, accesso e divulgazione non autorizzati);
  • di essersi adeguate alla normativa tramite misure di data governance che includano documentazione dettagliata, registrazione e valutazione continua del rischio.

La sicurezza dovrà quindi essere parte integrante di tutti i sistemi, a partire dalla loro progettazione; inoltre, le misure di protezione dei dati dovranno utilizzare tecnologie di sicurezza della rete innovative e costantemente aggiornate a quello che di volta in volta sarà lo «stato dell’arte» della tecnologia. Le aziende saranno quindi chiamate a garantire aspetti cruciali quali il controllo dell’accesso ai dati, la protezione attiva della rete, l’automazione, il monitoraggio e l’analisi.

La «Security by Design» secondo Zyxel
Abbiamo appena sottolineato come la sicurezza debba essere considerata sin dal momento della progettazione di un sistema. È questo il punto da cui Zyxel parte per l’applicazione della «Security by Design», e che si esprime nel progettare la rete, da subito, utilizzando apparati specifici: firewall, switch, access point.
In quel modo sarà possibile controllare e gestire in toto e nel migliore dei modi l’intero traffico dei dati, anche facendo affidamento a strumenti di analisi e monitoraggio capaci di garantire la visibilità ed i report necessari per verificare l’adeguatezza dei sistemi di protezione.

 

Le soluzioni Zyxel
I dispositivi di sicurezza, wireless e networking Zyxel sono ideali per le piccole e medie aziende che così possono proporre ai clienti un approccio globale, performante e scalabile alle necessità di adeguamento al GDPR.

In particolare, la gamma security include Next Generation Firewall, corredato da un’ampia gamma di servizi: Application Intelligence, Content Filtering, Anti-Virus e Anti-Spam, Software di management e reportistica.

Nel dettaglio, l’offerta si modula in base alle dimensioni dell’azienda.

  • Next-Gen Security Gateway USG 40/60 Bundle – Consigliato per imprese fino a 25 utenti, e che non abbiano necessità di analisi del traffico cifrato di rete e di alta affidabilità dei device critici. Le sue specifiche principali:
    1. All-in-one Next Generation Firewall per piccole aziende
    2. Protezione anti-malware, anti-virus, anti-spam, content filtering, IDP e application intelligence
    3. Connessioni VPN SSL, IPSec e L2TP
    4. Wireless Controller integrato per la gestione di fino a 10 AP
    5. Modelli con Access Point Wireless integrato singola (USG40W) e doppia radio (USG60W)

 

  • Next-Gen Security Gateway USG110/210/310 – Per imprese fino a 250 utenti, con le seguenti specifiche:
    1. Next Generation Gateway ad alte prestazioni per piccole/medie aziende
    2. Protezione anti-malware, anti-virus, anti-spam, content filtering, intrusion detection, next-generation application intelligence ed SSL inspection
    3. Connessioni VPN SSL, IPSec e L2TP ad alta affidabilità
    4. Wireless Controller integrato per la gestione di fino a 18 AP
    5. Elevata compatibilità a chiavette USB 3G/LTE, multi-WAN load-balancing, failover e fall back

 

  • Next-Gen Security Gateway USG 1100/1900 – Per imprese oltre i 250 utenti, e queste specifiche:
    1. Next Generation Firewall ad alte prestazioni per aziende medio grandi
    2. Soluzione di sicurezza fino a 500 utenti
    3. Protezione anti-malware, anti-virus, anti-spam, content filtering, intrusion detection, next-generation application intelligence ed SSL inspection
    4. Connessioni VPN SSL, IPSec e L2TP ad alta affidabilità
    5. Wireless Controller integrato per la gestione di fino a 18 AP

 

Per saperne di più
Per scoprire le altre specifiche tecniche dell’ampia gamma di dispositivi di sicurezza, wireless e networking Zyxel , clicca sull’immagine qui sotto:

Hai delle domande? Il nostro Team di specialisti è a tua disposizione:

CONTATTACI