Chi ha una certa esperienza di internet ricorderà il nome Zyxel come uno dei più noti per quanto riguarda le soluzioni per la connettività(ISDN prima, ADSL in seguito). Con la mutazione del mercato – ormai quelle soluzioni vengono fornite dai service provider – l’azienda ha giustamente mutato la propria offerta, articolandola in tre categorie: security, networking e WiFi.

Nella seconda di quelle categorie spicca Nebula, una soluzione cloud che fa della massima usabilità il proprio punto di forza. La sua gestione avviene on line per mezzo di un portale accessibile ai partner e, con specifici vincoli, all’utente finale. L’obiettivo è mettere il rivenditore in condizione di controllare da un unico schermo le reti dei propri clienti, e di intervenire per risolvere i problemi da remoto. Il risultato è duplice: rapidità di intervento, impiego limitato di risorse umane anche quando a non funzionare è l’hardware.

Anatomia di Nebula
Semplicità è dunque la parola chiave per capire la natura di Nebula. Questo carattere si ritrova già dagli elementi che lo compogono: un portale, degli Access Point (NAP), degli Switch (NSW) per la connettività, e un dispositivo di sicurezza (NSG). Gli AP possono essere di quattro tipi (NAP303, NAP203, NAP102 e NAP353), mentre gli Switch sono due (NSW200-28P, NSW100-28P).

Il Centro di Controllo
È il cuore della piattaforma. Gestito da una dashboard via browser, è il punto da cui si effettua configurazione della rete (cablata e wireless) e da cui si hanno tutte le indicazioni in tempo reale sullo stato del sistema. Tra le funzioni principali del Centro di Controllo ci sono il monitoraggio in tempo reale dello stato dei singoli dispositivi, il controllo del traffico di rete, la visualizzazione grafica degli apparecchi, l’impostazione di alert che consentano di prevedere possibili malfunzionamenti.

utenzanebulaL’App
Esclusiva per smartphone, è lo strumento con il quale si può effettuare la scansione del dispositivo e avviarne la registrazione sul portale di Nebula. In coerenza con la keyword «semplicità», l’App (disegnata per iOS e Android) mette chiunque in condizione di ampliare una rete esistente con un piccolo gesto: basta leggere i QR code dei device, e la registrazione nel sistema avviene automaticamente.

Questa sua caratteristica si inserisce nel pieno della filosofia con la quale Nebula è stata progettata, e cioè quella di dare agli utenti uno strumento utilizzabile anche da chi non abbia una conoscenza tecnica approfondita dei dispositivi.

L’utenza di Nebula
La facilità d’uso è funzionale alla soluzione a rendersi versatile per una nutrita serie di soggetti. Scuole, uffici, Pubblica Amministrazione, ospedali, banche, attività commerciali: sono queste le attività che possono trarre da Nebula tutti i vantaggi del caso. Non ultimo, quello di ridurre gli investimenti sull’hardware e sulle licenze, risparmiando così sui costi nascosti di gestione e permettendo agli utenti di concentrarsi sulla crescita del business e sull’acquisizione di nuovi clienti.