Più sono sofisticati, coinvolgenti ed evoluti i giochi, più lo sono gli strumenti con cui giocare: lo sviluppo procede in parallelo, e non può che essere altrimenti. Dopotutto, nessuno si sognerebbe di provare l’ultimo videogioco messo sul mercato su uno schermo LCD di 15 anni fa (a meno di non divertirsi a vedere l’effetto che fa).

E proprio lo schermo è tra gli elementi più coinvolti da questa evoluzione, come ci conferma per esempio Samsung con i monitor Curvi e UHD.

Curved Gaming Monitor
Parliamo in questo caso di due modelli, quello da 27” e da 24” del Curved Gaming Monitor CFG70. La caratteristica che spicca al primo colpo è l’essere il primo monitor curvo con un tempo di risposta di 1ms. Ciò che lo rende possibile è la combinazione della tecnologia Monitor Blur Reduction con il pannello VA: in questo modo, la fluidità dei movimenti e il livello delle prestazioni di gioco compie un balzo in avanti rispetto allo standard attuale.

Ulteriore aspetto innovativo di questi dispositivi è la tecnologia Quantum dot, che permette di godere di uno spettro cromatico sRGB 125%. Ciò significa una maggior gamma di colori supportati e, su rossi e verdi scuri, una nitidezza più evidente anche in piena luce. Questa caratteristica non si limita naturalmente all’ambiente gaming ma si riflette su ogni tipo di visualizzazione. Per esempio, anche su un documento di lavoro.

Nel video, i dettagli del monitor CFG70.

La curvatura si fa estrema
Su altri tipi di monitor – 27” CF591, 27” e 24” CF390 – il plus è decisamente la curvatura. Pensata per seguire quella naturale dell’occhio umano, ha un raggio di 1800mm e punta a coinvolgere l’utente nell’azione nel modo più coinvolgente possibile. In altre parole, come se invece di un gioco si trattasse della realtà.

Il campo visivo naturale è insomma il benchmark che Samsung ha considerato per questo monitor, con conseguenze che vanno oltre il semplice coinvolgimento. Anzitutto, lo schermo curvo fa sì che gli occhi debbano muoversi di meno e mettere a fuoco con maggior frequenza. In più, la modalità Eye Saver e la tecnologia Flicker-free abbattono l’affaticamento della vista.

Gli UHD Monitor
Su questo terreno, Samsung punta a offrire un’esperienza di gioco nettamente superiore al Full HD. Il dispositivo è il monitor 28” UE850, nella tipologia Professional e Advanced. La sigla UHD significa Ultra High Definition, che con 8 milioni di pixel rende 4 volte di più del citato Full HD. Il tempo di risposta è di 1ms, la tecnologia AMD FreeSync™ riduce al minimo tre «effetti collaterali» – l’effetto mosso, la scia e lo strappo – così da garantire la massima resa anche nei giochi in cui sono richiesti movimenti molto rapidi.

Per ulteriori dettagli e specifiche tecniche, il link è Samsung Curved Gaming Monitor.