Tech Data in collaborazione con i più importanti brand del mercato Storage e Security, ha organizzato un evento esclusivo per scoprire le ultime novità e gli sviluppi relativi alle nuove normative che riguardano la gestione dei dati personalile tecnologie e gli strumenti per il loro trattamento in ambito Storage e Security.

RIVIVI L’EVENTO #NOICHEIDATI

Secondo una ricerca effettuata da Gartner, tra i trend tecnologici del 2016 emerge l’intelligenza artificiale. Lo fa, come suol dirsi, «in prospettiva», cioè sviluppandosi in modo tale che nei prossimi 20 anni quel tipo di automazione continuerà espandersi sempre più nelle applicazioni. Al punto da portarci in un’era «post-app», attesa davvero a breve.

«Nei prossimi cinque anni ci evolveremo in un mondo post-app, dove l’intelligenza artificiale si interfaccerà in modo dinamico e contestuale con i dispositivi. I leader dell’Information Technology dovrebbero quindi esplorare il modo in cui usare queste intelligenze per attività svolte ora dagli uomini, lasciando così le persone libere di fare ciò che solo l’attività umana è in grado di fare». A dirlo è David Cearley, vice presidente di Gartner. Il tema appare immediatamente delicato: giusto per fare un esempio, il lavoro di un’intelligenza autonoma comporta azioni sui dati personali degli individui, e per questo merita di essere considerato con tutta l’attenzione del caso. Abbiamo già visto, su questo punto, che le aziende e le istituzioni sono chiamate ad adeguare prodotti, regole e azioni su quanto stabilito dal GDPR, la nuova normativa europea sui dati personali.

Sul fronte aziendale, cominciamo da oggi a considerare le mosse dei player più importanti del settore, alcuni dei quali saranno protagonisti dell’incontro che Tech Data organizza a Villafranca di Verona il 6 giugno 2017: un viaggio nel rinnovato mondo dei dati.

La soluzione QNAP
Quando si parla di dati, il primo aspetto che spesso si considera è quello dell’archiviazione. A servizio di quest’ultima QNAP ha messo una combinazione tecnologica fatta da agenti intelligenti, gestione efficiente, automazione flessibile. Tutto questo è espresso da QTS 4.3.3.

Parliamo quindi di NAS, pensati per soggetti di diverse dimensioni (grandi imprese, PMI, pubblica amministrazione, esercizi commerciali, banche), e di diverso tipo, come l’ambiente di casa. Gli aspetti chiave dell’azione di QTS 4.3.3 sono due: le modalità di archiviazione e di condivisione; la sicurezza.

Archiviazione e condivisione
Per le imprese: il NAS consente la condivisione di file tra computer di diversi sistemi operativi superando ogni ostacolo di compatibilità. Inoltre, grazie a Storage Manager QTS, gli amministratori IT di ciascuna azienda possono contare su gestione semplificata dell’archivio e una più semplice allocazione della capacità e memoria. Il dispositivo fornisce un servizio di archiviazione su rete per la condivisione di file, cui aggiunge una conveniente soluzione di storage iSCSI/IP-SAN utilizzabile come rete condivisa di archiviazione degli ambienti di virtualizzazione delle piccole imprese

nasPer la casa: le applicazioni multimediali sono molte, e consentono al NAS di comportarsi come un «hub» domestico multimediale per memorizzare i file dei famiglia, rendendoli disponibili su diversi dispositivi (accessibili anche quanto non si è in casa). Inoltre, tramite l’applicazione Qfile/Qfile HD, è possibile gestire i file archiviati sul NAS Turbo con dispositivi mobili iOS e Android.

Sicurezza
Per le imprese Il NAS funge da ideale centro di backup. I suoi plus sono la velocità di trasferimento dei file e la possibilità di effettuare il backup su dispositivi di archiviazione esterni. L’accesso crittografato e il blocco IP fanno sì che il sistema protegga connessioni e comunicazioni, bloccando l’ingresso ad utenti sospetti e riducendo il rischio di appropriazione dei dati in caso di furto dei dischi rigidi.

Per la casa: alle stesse funzionalità di Backup riscontrabili nelle imprese il NAS aggiunge un’interfaccia intuitiva basata su web per la creazione di utenti e gruppi, garantendo il controllo dei diritti di accesso alle cartelle condivise.

Facilità di gestione
L’interfaccia grafica è comoda e intuitiva, e rende la gestione dei server veramente semplice grazie a piccoli accorgimenti: un sistema di notifiche di allerta istantaneo per debug di sistema, i log di sistema, il monitoraggio delle risorse e le verifiche dell’integrità dei dischi rigidi.