Articolo scritto da Melania Marika Maggi, E-commerce support, Tech Data Italia.

Nell’ultimo anno il mercato hardware PC, e più in dettaglio il segmento Gaming, ha fatto segnare numeri impressionanti.

Secondo gli ultimi dati offerti dallo studio del Jon Peddie Research (JPR), nel 2016 il mercato hardware PC gaming ha superato i 30 miliardi di dollari, un giro d’affari notevole che mai era stato raggiunto e che ha superato tutte le previsioni degli analisti di settore. JPR prevede inoltre una crescita annuale del 6% fino a tutto il 2019.pc-gaming-industry-revenue

Andando più in dettaglio, lo studio mette in conto i PC pre-assemblati, assemblati dagli utenti (DIY), upgrade a sistemi pre-esistenti, periferiche e accessori di vario tipo (sistemi di raffreddamento, di alimentazione…).

Secondo Ted Pollak, Senior Game Industry Analyst di JPR, il successo della piattaforma PC nel gaming è da attribuire a diversi fattori, tra i più importanti:

  • Buona ergonomicità della piattaforma desktop: la distanza del gamer rispetto al display è tale da garantire maggiori dettagli quando si utilizzano monitor HD o UHD;
  • Precisione superiore grazie a mouse e tastiera rispetto ad un gamepad;
  • Maggiori possibilità di personalizzazione del sistema (hardware compreso).

La società di analisi DFC Intelligence ha rivelato alcune stime riguardo il futuro del mercato videoludico, il quale crescerà fino a toccare quota 100 miliardi di dollari nel 2019. Ad avere la meglio nei prossimi anni dovrebbe essere il mercato PC, il quale già oggi, come detto in precedenza, si mostra particolarmente forte.

Il segmento PC dovrebbe arrivare a generare circa 36 miliardi di dollari nel giro di tre anni, con un aumento del 35% rispetto ai 28 miliardi del 2015. Queste le parole di David Cole, analista di DFC: “Il mercato PC non è mai stato così in salute. La crescita dell’eSports e l’arrivo dei visori per la realtà virtuale garantiranno ottime vendite hardware e anche dal punto di vista software il mercato crescere a ritmi sostenuti.”

Sondaggi recentemente condotti dall’ESA (Entertainment Software Association) dimostrano una divisione piuttosto equa per genere dei consumatori, con il 56%  di giocatori di sesso maschile e il 44% di genere femminile; dato sicuramente interessante, in quanto, comunemente, si tende a credere che i videogiocatori siano quasi tutti maschi.

Il report sfata un altro luogo comune, quello relativo all’età media dei gamer: se, infatti, ci si potrebbe atteeta-giocatori2ndere che la maggior parte di questi siano giovani e adolescenti, i dati dell’ESA collocano al primo posto persone di età compresa tra i 18 ed i 35 anni (30% dei consumatori), seguiti dagli over 50 (27%) e solo al terzo posto si collocano gli under 18, che rappresentano il 26% degli utenti.

Ne emerge un target di videogiocatori più “maturi”, attenti e giudiziosi nei confronti delle ultime novità che il mercato propone e soprattutto più propensi ad affrontare spese (anche importanti) per personalizzare l’hardware di cui dispongono.

Dalle ultime analisi, dunque, si prospetta una notevole crescita del settore gaming nei prossimi anni; a fare la parte del leone sarà il mercato PC, piattaforma preferita dai gamer, i quali possiedono caratteristiche abbastanza insolite rispetto alla credenza comune.

Fonte: HDblog.it

Foto: Moscow, Russia – 29 september 2016: Igromir 2016 and ComicCon Russia 2016, keyboard and mouse