Partiamo dai numeri, spesso utili per capire un problema e trovare una soluzione. In questo caso, il problema è la protezione della rete stampanti di un’azienda. E dunque:

  • Il 61% delle organizzazioni ha segnalato almeno una violazione di dati nell’arco di dodici mesi (dato Quocirca luglio 2016)
  • Il 43% delle aziende ignora le stampanti come elemento da considerare nelle proprie prassi di sicurezza degli endpoint. E solo il 18% le monitora specificamente contro le minacce (Sondaggio Spiceworks per conto di HP, novembre 2016)
  • Il 90% delle aziende dichiara di aver subito almeno una perdita di dati per mancata protezione dell’ambiente di stampa (dato Quocirca luglio 2014)

Non mancano per fortuna anche numeri felici, come quello che emerge da un’indagine di Brendan Morse dell’ottobre 2016, secondo il quale il 94% delle imprese finanziarie afferma che la sicurezza della fotocopiatrice o della stampante è «importante» o «molto importante». Tuttavia, il tema «stampanti» sul fronte sicurezza è certamente uno dei più urgenti da affrontare.

I rischi
I rischi e i relativi costi che ne conseguono possono molto alti, così come diverse possono essere le cause di falle nella sicurezza. Per esempio, riconducibili a documenti lasciati incustoditi su una stampante, all’elaborazione di dati sensibili dal computer al dispositivo di stampa. O anche a informazioni riservate presenti sui dischi rigidi delle stampanti.

Questo spiega perché è fondamentale proteggere il business aziendale chiudendo ogni possibile porta all’ingresso di potenziali nemici. Per farlo, è necessario disporre di una soluzione che semplifichi e rafforzi la sicurezza dell’intero ambiente di stampa e imaging, risparmiando tempo e risorse economiche, che possano poi essere destinate a sviluppare nuovi ambiti di business.

 

HP JetAdvantage Security Manager
È questa la soluzione che HP ha sviluppato per coprire tutte le esigenze di security di un parco stampanti aziendale. Caratterizzata da un approccio semplificato, basato su policy per la protezione dei dispositivi di stampa e imaging, HP JetAdvantage Security Manager gioca d’anticipo, agendo prima che si possano verificare problemi dovuti alla violazione dei dati.

slide1

La strategia che sta alla base dell’agire di questa soluzione prevede un’efficace distribuzione e un completo monitoraggio dei dispositivi applicando policy di sicurezza all’intero parco. I dispositivi HP sono protetti dal primo istante in cui vengono aggiunti alla rete con HP Instant-on Security. Il monitoraggio automatico e il reporting (basato sul calcolo dei rischi verificatisi) consente la migliore gestione e la più attenta verifica attiva dello stato dei dispositivi, con policy di sicurezza definite dall’utente.

La creazione di policy
La soluzione a riguardo è HP Policy Editor, che semplifica la creazione grazie a un motore di regole intuitivo, che consente di modificare le policy di sicurezza adeguandole alle esigenze aziendali, alle normative o agli standard del settore.

slide2Il modello di riferimento è  HP Security Manager Base Policy, che offre un approccio generale per la protezione dell’ambiente di stampa di livello aziendale; il suo plus è nell’essere anche facilmente personalizzabile per adeguarsi ai requisiti di specifiche policy di sicurezza. Il modello mette insieme le impostazioni tratte dall’elenco di controllo delle best practice HP Security (approvate dall’agenzia U.S. National Institute of Standards and Technology) con i suggerimenti dei clienti sulle impostazioni di protezione necessarie per creare il miglior ambiente di stampa, protetto e al contempo produttivo allo stesso tempo.

L’esempio dei servizi finanziari
Le società che operano nel campo dei servizi finanziari sono ben consapevoli di quanto la protezione delle informazioni dei clienti sia fondamentale: da un lato, determina il successo dell’azienda, da un altro risponde agli obblighi delle normative di settore. Tuttavia, con parchi stampanti che spesso contano migliaia di dispositivi, la gestione della sicurezza comporta una quantità considerevole di oneri amministrativi.

Con HP Security Manager, quelle società possono pianificare una valutazione e una correzione quotidiana del parco dispositivi di stampa e imaging HP, per garantire la conformità del parco dispositivi alla policy di sicurezza dell’azienda. Il risparmio è di tempo, di denaro e di energie: il team IT può dedicarsi ad altro, liberando le proprie potenzialità.