Abbiamo già parlato di ricercabilità come di una delle parole chiave della tecnologia per il 2018. A renderla tale sarà l’obbligo, per le aziende, di applicare dal 25 maggio prossimo il GDPR, cioè il nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali.

Nello specificare un esempio di ricercabilità del dato, possiamo pensare alle fatture elettroniche. A capire l’importanza del tema ci aiutano i dati sulla fatturazione elettronica nella Pubblica Amministrazione: dopo pochi mesi dall’entrata in vigore del Decreto che la regolamenta, il flusso di documenti inviati aumenta in modo esponenziale: la media è di 73 mila fatture al giorno (dati diffusi all’ultimo FORUM PA di Roma, XXVI Mostra Convegno dell’innovazione nella PA e nei sistemi territoriali).

È facile capire quindi che il tema è importante e delicato, poiché implica un cambio di paradigma culturale. La completa dematerializzazione del ciclo acquisti/vendite rappresenta una rivoluzione che obbligherà le imprese a spingere sull’innovazione digitale; tutte le imprese, non solo quelle di grandi dimensioni. Basti pensare che al momento l’obbligo di fatturazione elettronica coinvolge circa 28 mila enti pubblici centrali e locali: senza ricevere il documento in formato elettronico, quegli enti non potranno più pagare una prestazione, una fornitura o una parcella.

La necessità degli strumenti adatti: myfoglio
L’ordinata contabilità è un principio fondamentale – oltreché giuridico – per la vita delle aziende. Non riguarda, ovviamente, solo le fatture ma tutti i documenti (e i dati che essi contengono) prodotti ogni giorno dagli uffici: file excel, note spese, file condivisi. Materiale sensibile, che spesso si perde per errore: un clic di troppo, e sparisce da un archivio o da un supporto esterno.

Il cloud rappresenta una soluzione decisamente efficace per la corretta e ordinata tenuta dei documenti aziendali. myfoglio offre proprio questo tipo di funzionalità: riceve e cataloga bollette, fatture, note di credito e preventivi; consente agli amministratori di gestire le scadenze fiscali e di tenere sotto controllo i riepiloghi contabili.

Come un social network
Oltre alla catalogazione e alla gestione dei documenti, la piattaforma myfoglio funziona anche da social network per mettere in contatto le micro aziende con i professionisti: quest’ultimi, presenti nel catalogo della piattaforma, possono essere contattati direttamente dalle imprese senza passare per altri canali di ricerca.

Il servizio è freemium (funzionalità gratuite più altre a pagamento), per potersi adattare al meglio a seconda delle necessità aziendali.

Un esempio di come è facile fare una fattura con myfoglio

 

Hai delle domande? Il nostro Team di specialisti è a tua disposizione:

CONTATTACI