Se è vero come dicono che nella vita il treno passa una sola volta, beh, io quel treno l’ho preso ed ora ve lo racconto.

Il mio treno si chiama D394JI e mi ha catapultato da Roma direttamente nella mia avventura chiamata Tech Data.

Anche se faceva freddo rispetto ai miei standard romani, ho percorso senza accorgermene a grandi passi il parcheggio che separa dall’ingresso, avvolto ancora da un sottile strato di nebbia, assorto nei miei pensieri in preda ad uno stato d’animo a metà tra felicità ed ansia.

All’entrata, ricordo è stata l’aria calda che mi ha accolto come per rassicurarmi. Era il primo benvenuto che ricevevo e che insieme al sorriso della ragazza alla reception mi ha subito dato una sensazione di familiarità.

Così subito dopo essermi presentato, sono arrivate ad accogliermi le due persone che mi stanno accompagnando e guidando in questa fantastica avventura: Antonella e Gabriella. Con il loro sorriso e la loro disponibilità mi hanno fatto sentire subito parte integrante di una squadra.

E poi gli altri componenti: Sonia, Silvia, Francesca, Deborah, Andrea e ovviamente Renato… il direttore. Anche se non potevo ancora rendermene conto, per me sono tutti dei numeri 10! E quindi la mia missione è stata chiara: devo impegnarmi al massimo per conquistarmi una maglia da titolare. Il Marketing Communication Team è di chi dimostra di meritarselo.

Pronti, via! Si parte dall’ultimo posto in griglia, ma fiducioso nella velocità del mio mezzo.

La prima giornata è passata veloce tra la creazione di nuove cartelle, capire un file excel che farebbe impallidire la Nasa ed un programma marketing tutto nuovo da afferrare.

È la mia prima esperienza in una multinazionale americana. Qui non sei solo un numero. Tech Data è un’azienda all’avanguardia, dove tutti si danno del tu e sei contornato da colleghi sempre disponibili a darti una mano in qualsiasi momento.

A modo mio, anche io ora faccio parte di questo mondo.

 

Alexandre