Da quando Samsung ha introdotto i primi monitor curvi nel 2014, la tecnologia legata alla forma curva dei display continua ad evolversi per adattarsi sempre meglio alla curva naturale dell’occhio umano.

Tutti i vantaggi di una visione avvolgente

Si parla di curvatura naturale, perché il campo di visione dell’occhio umano forma fisiologicamente una curva ed è facile realizzare che se manteniamo l’intero oggetto da osservare a una distanza costante sulla linea di questa curva immaginaria, l’occhio farà meno fatica a mettere a fuoco e in generale la vista risulta essere meno affaticata. Pensiamo, ad esempio, a come posizioniamo il giornale o un libro davanti a noi per leggere nel modo più comodo possibile, oppure all’esperienza di visione migliorata che sperimentiamo quando vediamo un film nelle sale cinematografiche di ultima generazione, configurate appunto uno schermo curvo. La forma curva risulta essere una costante.

2-27mod

I vantaggi e i benefici nell’utilizzo di un monitor curvo sono numerosi e si basano su ricerche e dati oggettivi: da un ridotto affaticamento della vista, risultato da una ricerca dell’ Harvard Medical School, alla comprovata esperienza di visione ottimizzata certificata dall’ente TüV Rheinland , è ormai chiaro che lavorare numerose ore di fronte a uno schermo curvo assicura una situazione più confortevole, tanto che la curvatura non è più un trend, ma si è ormai affermato come nuovo standard di qualità.

Un display multiuso, per gioco e per lavoro

Il nuovo modello C27H711, oltre a presentare una curvatura di 1.800R, integra la tecnologia Quantum Dot e una serie di caratteristiche legate al design che lo rendono il monitor ideale per chi lavora davanti al PC per molte ore consecutive e non vuole rinunciare alla comodità e al piacere di una scrivania tecnologicamente efficiente.

4-22

I punti di forza di questo nuovo display , infatti, sono percepibili su due livelli: tecnologia e design.
La nuova tecnologia Quantum Dot assicura una qualità del colore superiore (coprendo circa il 125% dello spettro RGB), unita a una risoluzione WQHD (2560×1440), che aumenta l’area visibile dei contenuti sullo schermo e con una densità di pixel 1.7 volte superiore rispetto a una tradizionale Full HD.

Anche i giocatori trovano pane per i loro denti: il C27H711  supporta la tecnologia AMD FreeSync e refresh rate adattivo 60 Hz.

Il design curvo a 360°, presenta una curvatura dello schermo sia in orizzontale che in verticale, ma la vera novità è che il retro dello schermo presenta un alloggiamento, che protegge e nasconde i cavi di alimentazione all’interno della base stessa del monitor, cosi da garantire una postazione di lavoro pulita e funzionale.

 

Per ricevere maggiori informazioni sui monitor Samsung puoi contattarci a: Roberta.Mariani@techdata.com – 02 98495118